Home Interviste Mariantonia Castaldo si racconta in un’intervista…

Mariantonia Castaldo si racconta in un’intervista…

155
SHARE

Mariantonia Castaldo ospite dello spazio interviste di Dasapere…

Mariantonia Castaldo nasce a Casalnuovo di Napoli. Ha da sempre avuto una fervida attività concertistica, oltre che aver partecipato a svariati concorsi a livello regionale tra cui il Festival internazionale di Airola dove vince con punteggio 100/100.  Nell’anno 2016 partecipa al concorso “Una voce per Sanremo” tenuto al teatro Ariston di Sanremo, vincendo il 1° posto su 120 concorrenti. Sempre nell’anno 2016 arriva in semifinale al Festival di Castrocaro. Da qui pian piano si arriva al suo lavoro discografico… ecco cosa ci ha raccontato…

Quali sono i pro e i contro nel lavorare nella musica?
Nella musica, almeno per quanto mi riguarda, non ho mai visto “contro”, la musica mi appaga e mi rende ciò che sono, e con lei mi sento libera di esprimermi sia quando sono felice che quando ho qualche momento in cui mi sento giù. La musica è un grande valore aggiunto alla mia vita ed è solo un grandissimo “pro”.

Cosa non deve mai mancare in un brano che ascolti e in uno che scrivi?
I brani che ascolto  e che canto/scrivo devono sempre raccontare qualcosa che in un modo o nell’ altro ti fa sognare, rivivere momenti, ricordi. Devono avere quell’atmosfera che ti trascina in un luogo in te stesso che ti porta fuori da mondo. E’ una sensazione meravigliosa.

Musica e politica: come possono essere legate queste due cose apparentemente distanti?
L’unico modo in cui possono essere legate per quanto mi riguarda è  il voler arrivare alla gente parlando della gente. Quando la politica e la musica parlano nel modo giusto del sociale ,allora possono avere un filo conduttore.

Quali sono i tuoi modelli musicali?
Ho sempre ascoltato la musica nei suoi innumerevoli colori e sfaccettature, mi piace tutto della muscia , ma ovviamente tutti noi cresciamo con dei modelli che portiamo nel cuore, e nel mio ci sono sicuramente Giorgia e Mango.

Pensi che il fare musica influenzi in qualche modo i rapporti con gli altri (famiglia, relazioni, amici, parenti)?
Fare musica nella mia vita ha influenzato in modo positivo tutte le persone che mi circondano. Da piccola ero molto timida e la musica mi ha aiutato molto nei rapporti sociali con le  altre persone. Mi ha aiutato ad esprimere sentimenti ed emozioni.

Sei legata alla tua città?
Sono molto legata alla mia città, è una città piena di cose meravigliose e soprattuto piena di talenti. Napoli è una delle città piu belle al mondo e mi sento molto fortunata ad avere le mie radici qui, e si sa, tutto può cambiare ma le radici restano per sempre.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?
La mia testa è piena di progetti e di cose da voler fare, e mi prenderò ogni occasione  che arriverà che mi possa aiutare a far esplodere il mio talento e il mio amore per la musica. Quando c’è forza di volontà e dedizione per quello che si ama, ogni piccolo progetto diventa una meravigliosa opportunità.

 

Intervista di: Lucrezia Monti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here