Home Libri La corsa di Billy, in libreria

La corsa di Billy, in libreria

113
SHARE

Patricia Nell Warren
LA CORSA DI BILLY
Pubblicato per la prima volta nel 1974 con il titolo The Front Runner, esce in una nuova edizione il primo romanzo di denuncia dell’omofobia negli ambienti sportivi. Un libro di culto, che ha venduto più di dieci milioni di copie nel mondo e ispirato numerose associazioni atletiche definite per l’appunto Front Runners, punto di riferimento per la comunità gay-lesbo-transgender di Los Angeles, San Francisco e molte altre città del mondo.

Il libro: A metà degli anni Settanta, l’allenatore Harlan Brown trova rifugio dal suo passato e da se stesso in un piccolo college di New York, dopo essere stato cacciato dalla prestigiosa Penn State University per sospetta omosessualità. Harlan, ex marine di trentanove anni, ha perso tutto – famiglia, lavoro, amici – e ora cerca di mascherare il proprio conflitto sessuale con un’esistenza più spartana e conformista possibile. Si è fatto una promessa e ha intenzione di mantenerla: non innamorarsi mai più di un uomo. La sua vita, però, è sconvolta quando tre giovani atleti si presentano nel suo ufficio: l’esuberante Vince Matti, il timido Jacques LaFont e il ventiduenne Billy Sive, un potenziale grande talento per i diecimila metri. Sono appena stati scaricati da un’importante squadra a livello nazionale per aver ammesso la propria omosessualità. L’uomo è profondamente diviso: se accetterà di allenarli, questo alimenterà le voci sul suo essere gay, ma i tre hanno stoffa e questa potrebbe essere la sua ultima occasione di puntare in alto. Alla fine, poste condizioni ferree, accetta di prenderli sotto la sua ala. Harlan è subito affascinato dal talento di Billy e capisce che il ragazzo ha le  qualità per partecipare alle Olimpiadi di Montreal del ’76. Ma la sua ammirazione si trasforma presto in un sentimento che non provava da anni e, scoprendo che il suo amore per il ragazzo è ricambiato, deve fare la scelta più difficile della sua vita: combattere i propri sentimenti o uscire allo scoperto e sfidare l’ultraconservatore establishment sportivo. Rischiando di far sfumare per sempre il sogno olimpico dei tre.

La stampa: «La più famosa storia d’amore gay mai narrata, commovente e monumentale… In confronto Il giovane Holden e Il signore delle mosche sembrano Mary Poppins». The New York Times

«Un romanzo rivoluzionario e sconvolgente». San Francisco Chronicle

«Ti tiene inchiodato al libro dall’inizio alla fine». Los Angeles Times

«Un libro che dovrebbero leggere tutti coloro che si considerano politicamente coscienti: un’esperienza illuminante». The Village Voice

Patricia Nell Warren è una scrittrice americana, diventata famosa non soltanto per la sua opera letteraria, ma anche per la sua vicinanza e il suo appoggio ai fenomeni di emancipazione del mondo omosessuale. Nata nel 1936, cresce al ranch Grant Kohrs, nei pressi del Dear Lodge, in Montana. Apertamente lesbica, la sua propensione a raccontare storie si esprime ovunque, nell’ambito della retorica dei dibattiti socioculturali o quando si occupa di giornalismo. Nel 1974 esce in America The front runner, che diventa un romanzo di culto, tradotto in più di dieci lingue e ispiratore dei club ginnici definiti per l’appunto Frontrunners, punto di riferimento per la comunità gay-lesbo-transgender di Los Angeles, San Francisco e molte altre città degli States. Curatrice di tre volumi sulla poesia ucraina, fondatrice della casa editrice Wild Cat Press, la sua ampia opera letteraria comprende il seguito de La corsa di Billy, La sfida di Harlan (tradotto da Fazi nel 2010) e Billy’s Boy (1997). Il suo ultimo romanzo, The Wild Man (2001), è un’appassionata denuncia delle pratiche antiabortiste negli Stati Uniti.

Fonte: Fazi Editore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here