Home Ambiente ARRIVANO NELLE SCUOLE DI ROMA, PALERMO E AGRIGENTO I GIOVANI PROTAGONISTI DI...

ARRIVANO NELLE SCUOLE DI ROMA, PALERMO E AGRIGENTO I GIOVANI PROTAGONISTI DI ‘RIVERSEA’ Il concorso “Il mare che vorrei” premierà la migliore proposta sul mare e sui suoi abitanti

63
SHARE

Giovani che insegnano ad altri giovani a proteggere il mare e i fiumi: è arrivato nel mondo della scuola il progetto RiverSea, promosso da Marevivo, finanziato dal Dipartimento della Gioventù presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, e che dallo scorso maggio coinvolge sessanta ragazzi, tra i 18 e i 35 anni, su Roma, Palermo e Agrigento.\r\n\r\n \r\n\r\nNei mesi scorsi, i ‘Giovani Protagonisti’ – ovvero i ragazzi selezionati per questa campagna – hanno affilato i ferri del mestiere necessari per le attività di educazione ambientale, in città e sulle spiagge, approfondendo conoscenze e metodologie. Ora è arrivato per loro il momento di andare direttamente nelle scuole dove, offrendo un ciclo gratuito di incontri, sensibilizzeranno gli studenti sulla tutela del mare e del fiume.\r\n\r\nOgni volta, attrezzati di mini-catalogo della biodiversità, di schede didattiche, di reperti del mare come la posidonia o altri organismi marini, questi giovani consentono alle classi di approfondire e approcciare argomenti che ancora non trovano adeguato spazio all’interno dei programmi scolastici. Infatti, gli habitat, le specie, la biodiversità con un focus su quella marina, le minacce all’ecosistema marino e fluviale, la pesca illegale, l’alimentazione e, più in generale, i comportamenti sostenibili sono alcuni aspetti che verranno affrontati, prediligendo la didattica del ‘fare per capire’.\r\n\r\n \r\n\r\nCirca ottocento alunni, cinquanta docenti, trentasei classi di scuole primarie e secondarie coinvolte a Roma, Palermo e Agrigento: sono i numeri della fase ‘winter’ di questo progetto che vuole far emergere la creatività ed il protagonismo dei giovani di oggi e contemporaneamente stimolare stili di vita ecosostenibili, con particolare attenzione al mare e ai fiumi.\r\n\r\nGli istituti che a Roma hanno aderito sono: ‘Angelica Balabanoff’, ‘Mar Rosso’, ‘Ennio Quirino Visconti’, ‘Karol Wojtyla’, ‘Marco Polo’, ‘A.Fanelli – E. Marini’. A Palermo, invece, gli istituti ‘Padre Pino Puglisi’, ‘Quasimodo-Oberdan’, ‘Gregorio Russo’, ‘Francesco Riso’ all’Isola delle Femmine. Infine, ad Agrigento le scuole coinvolte sono ‘Anna Frank’, ‘Antonio Vivaldi’, ‘Roncalli’, ‘Villaggio Mosè – Peruzzo’.\r\n\r\nPer le classi che prendono parte al progetto RiverSea è stato lanciato anche un concorso, “Il mare che vorrei”: a maggio sarà premiata, in occasione della Giornata Mondiale della Biodiversità, la migliore proposta sul mare e sui suoi abitanti, che può essere raccontata attraverso una poesia, un elaborato o un disegno o un video o anche una foto. Verranno assegnati in premio tre iPad alle classi vincitrici.\r\n\r\n \r\n\r\nDal 31 maggio al 3 giugno la quarta e ultima azione “Insieme” sarà realizzata in Sicilia ad Eraclea Minoa, sede dell’omonima Oasi gestita dalla delegazione provinciale Marevivo di Agrigento, da anni punto di riferimento sul territorio per le attività di educazione ed animazione ambientale a livello locale e nazionale.\r\n\r\nL’obiettivo è far emergere lo scambio delle esperienze attraverso un gemellaggio fra le realtà territoriali che hanno realizzato il progetto. Nell’occasione sarà presentato ed illustrato il “Diario del mare“, un reportage composto da foto, video, disegni, elaborati sull’esperienza vissuta dai giovani protagonisti.\r\n

 

\r\n

 Fonte: Ufficio Stampa Marevivo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here