Home Musica C’era una volta a Roma

C’era una volta a Roma

93
SHARE

Per celebrare la 14esima edizione della Red Bull Music Academy che avrà luogo a Madrid (dal 23 ottobre al 25 novembre), le città di Berlino, Cape Town, Parigi, Detroit, Toronto, Melbourne, New York, Roma, San Paolo E Londra daranno vita ad eventi unici ed irripetibili per onorare il proprio patrimonio musicale.\r\n\r\nIl 4 ottobre sarà Roma (all’Auditorium Parco della Musica) ad ospitare l’evento tutto italiano, “C’era Una Volta A Roma”. Uno spettacolo che celebrerà i grandi compositori di colonne sonore per film degli anni ’60 e ’70. Un tributo ad una generazione di musicisti e cineasti che continua ancora oggi ad influenzare la cultura popolare globale.\r\n\r\nUn’orchestra di cinquanta elementi assemblata ad hoc, diretta dal maestro Massimo Nunzi con la direzione artistica di David Nerattini e Silvia Volpato, darà nuova vita alle indimenticabili musiche provenienti dal cosiddetto cinema di genere (poliziotteschi, horror, commedia all’italiana, spaghetti western), con ospiti speciali del mondo del jazz, del rock e dell’hip hop, per rendere ancora più viva e pulsante la riproposizione di questo tesoro musicale.\r\n\r\nLo spettacolo si arricchirà dei visuals creati da Luca Barcellona, il geniale artista che ha riportato nel nuovo millennio l’arte della calligrafia e della creazione a mano, e delle grafiche di Sean Martin.\r\n\r\n«Un evento eccezionale. – racconta il direttore dell’orchestra speciale Massimo Nunzi – Soprattutto, una grande opportunità per tutti noi: la possibilità di celebrare e addirittura scoprire materiali musicali di una potenza e di una ricchezza inaudita. Un esperimento di questo tipo, che io sappia, non è mai stato tentato da nessun’altra parte del mondo. Nessuno si è mai preso l’impegno di trascrivere una mole tanto grande di materiale con l’obiettivo di riproporre tutto in un evento unico e speciale. Un evento che rappresenta una musica, quella delle colonne sonore composte ed eseguite in Italia tra gli anni ’60 e ’70, che ha avuto una diffusione capillare ben al di fuori dei nostri confini. Approcciare il materiale di C’ERA UNA VOLTA A ROMA fa comprendere con incredibile nitidezza ed efficacia quanto quelle colonne sonore abbiano successivamente influenzato, per la loro qualità ma anche per la rivoluzionaria metodologia d’approccio, musiche come il rock, il jazz, il progressive».\r\n\r\nDa Ennio Morricone a Luis Bacalov, da Piero Umiliani a Piero Piccioni, da Vince Tempera ai Goblin, due ore di musica in compagnia di musicisti del calibro di Fabrizio Bosso (trombettista star del jazz italiano ed internazionale), Dino Piana (storico trombonista jazz e veterano delle grandi orchestre degli anni 60/70), Massimo Moriconi (bassista- fra gli altri- di Mina ed Armando Trovajoli), Daniele Tittarelli (sassofonista fra i più apprezzati nuovi talenti del jazz italiano), di voci tra cui quella della cantante islandese Gunnlaug Thorvaldsdottir e di dj come Dj Stile.\r\n\r\nQueste le tappe del tour mondiale: Berlino (16-20 agosto), Città del Capo (2 settembre), Parigi (10-11 settembre), Detroit (12-18 settembre), Toronto (23 settembre), Melbourne (24-25 settembre), New York (26 settembre), Roma (4 ottobre), San Paolo (8-10 ottobre), Londra (13 ottobre).\r\n\r\nLa RED BULL MUSIC ACADEMY è un workshop itinerante di musica , nato nel 1998 con lo scopo di far incontrare artisti affermati ed emergenti, tecnici e produttori musicali e generi di musica diversi per favorire un confronto costruttivo e lo sviluppo della creatività. Ogni anno, in una città diversa del mondo, 60 ragazzi selezionati si danno appuntamento per incrociare idee, spirito creativo, background sonori, gusti e attitudini, tutto questo lavorando per due settimane a stretto contatto con i più grandi protagonisti della musica contemporanea.\r\n\r\nFonte: Parole & Dintorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here