Home Musica Lo squilibrista: il nuovo album di Uross

Lo squilibrista: il nuovo album di Uross

53
SHARE

Dopo tre album autoprodotti e tanti live, il progetto pugliese sfodera il disco d’esordio con Olivia Records: ‘rock autorale’ tra canzoni ed energia, ironia e rabbia esce Lo squilibrista: il nuovo album di Uross\r\n\r\n29 febbraio (Lo squilibrista): dieci canzoni di rock d’autore per Uross, la fiammante rock band pugliese guidata dal ‘rosso’ U’ Ross. Nascono a Monopoli (BA) nel 2005 e si sono dati subito da fare: tanti concerti, partecipazioni a festival, l’incontro con Marengo e Pergolani a Demo (Radio Rai) che gli ha dato tanta carica, tre mini album realizzati in proprio. Piccole grandi conquiste capitalizzate per bene, che hanno portato Uross al parto del loro primo album ‘ufficiale’ 29 febbraio (Lo squilibrista). Il ‘rock autorale’ di Uross è il punto d’incontro tra i classici inglesi e americani e la nostra canzone d’autore: Rolling Stones, Led Zeppelin, Bob Dylan, U2, l’energia del grunge alla Pearl Jam, fino ad abbracciare l’eredità di Ivan Graziani e Rino Gaetano. Da quella Monopoli così ricca di musica, a cominciare dagli amici Vegetable G, Uross assorbono la vivacità, la grinta, la passione. Ma anche il dialetto: Sciarraball è una rock song vernacolare finalista di Io Racconto, premio per i migliori testi presieduto da Mogol.\r\n29 Febbraio (Lo squilibrista) è un susseguirsi di canzoni penetranti, dall’anima rock e dense di significato, a partire dal titolo, dedicato alla data di nascita di Uross e alla sua instabilità: “avendo un’indole alquanto instabile, ho rimarcato il senso tra l’essere e il non essere con Lo Squilibrista, che a differenza di un equilibrista, va proprio alla ricerca dello squilibrio piuttosto che della stabilità, è istinto, non calcolo”. La libertà di vivere seguendo la propria direzione, la critica verso lo status quo e le mode più sciocche, la ricerca di una propria personalità contro il conformismo: questi i temi affrontati da Uross in un mix di graffianti e intense rock songs, valorizzate anche dagli ospiti Andrea Acquaviva e Giorgio Distante.\r\n\r\nUross: Uross: voci, chitarre, banjo, glockenspiel\r\nFashion: basso\r\nAndrea B.: pianoforte, tastiere\r\nFredFallo: batteria.\r\nGuests: Andrea Acquaviva: chitarre\r\nGiorgio Distante: tromba\r\nInfo: Uross: http://www.uross.com\r\n\r\nFonte: Ufficio Stampa Synpress44: http://www.synpress44.com\r\n\r\n

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here