Home Interviste Due chiacchiere con… Niki Giustini

Due chiacchiere con… Niki Giustini

138
SHARE

Era un’estate a metà degli anni Novanta, quando Aria Fresca spopolò nelle case di noi toscani su Telemontecarlo, dopo esser passata da Canale 10 Firenze e Videomusic. Quella trasmissione fu l’inizio del successo per tanti attori e comici oggi conosciuti in tutta Italia. persone del calibro di Carlo Conti, Giorgio Panariello, Emanuela Aureli, Katia Beni, Graziano Salvadori e Niki Giustini. Ed è proprio con lui che abbiamo parlato di comicità, ma non solo…\r\n\r\nCosa è cambiato nel tuo essere attore comico dai tuoi inizi ad oggi? Sono cambiati i tempi, adesso è tutto più veloce, la gente viene agli spettacoli e sembra che abbia il telecomando in mano, ha voglia di cambiare canale, devi essere bravo te a non far cambiare tutto…\r\n\r\nCosa ti fa ridere? Tutto il mondo per me è comico… noi comici abbiamo una visione del mondo diversa… tutto mi fa ridere… di comici adoro Christian De Sica, Aldo, Giovanni e Giacomo e Massimo Boldi.\r\n\r\nTu hai sempre lavorato anche con persone che sono anche tuoi amici. Nel tuo lavoro quanto conta l’amicizia? Non conta niente l’amicizia nel mio lavoro. Spesso ho lavorato con persone conosciute da poco e ho lavorato bene. Un amico vero è Graziano Salvadori… con lui lavorerei in coppia anche se avessimo litigato prima di salire in scena… a me fa sempre ridere.\r\n\r\nNel film “Sarebbe stato facile” impersonerai il compagno di Graziano Salvadori. Solo con il sorriso sulle labbra si può affrontare un argomento così importante? Nessun sorriso sulle labbra. Non è un rifacimento del “vizietto” dove il gay è vestito di pizzo e il suo uomo color fucsia… qui si tratta di una coppia moderna di gay, attuali, come lo sono certi nostri amici… allegria e serietà, quindi.\r\n\r\nTra i personaggi che tu hai imitato in passato ce n’è qualcuno che riporteresti alla ribalta oggi? Nei miei spettacoli porto sempre alla ribalta i maestri comici: Aldo Fabrizi, Totò, Renato Rascel. Sono sempre divertenti, sia le voci, sia le battute dell’epoca loro che sono comunque attuali.\r\n\r\n \r\n\r\nIntervista di Sara Missorini\r\n\r\n Foto di Elena Torre

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here