Home Libri Oggi “Il privilegio dell’essere” di Stefano Luisi all’APT di Viareggio

Oggi “Il privilegio dell’essere” di Stefano Luisi all’APT di Viareggio

146
SHARE

Sarà presentato nel pomeriggio di oggi, sabato 29 gennaio, alle ore 17 presso la sede APT di Viareggio in piazza Mazzini, l’intenso romanzo di Stefano Luisi “IL PRIVILEGIO DELL’ESSERE” (Romano Editore). Insieme alla giornalista e scrittrice Elena Torre, saranno affrontate le vite e le riflessioni dei protagonisti del bel libro di Luisi. Una vicenda dipinta egregiamente sullo sfondo di una Vienna freddissima, provata dalla guerra. Sono molti gli spunti di discussione che scaturiscono da una trama apparentemente semplice, che indugia non a caso sui turbamenti dei protagonisti, mettendoli sempre di fronte ad un imprevisto emotivo che devono affrontare o subire. E ancora la malattia, conosciuta e indagata, malattia che per lui – cardiochirurgo pediatrico e membro attivo del Palestine Children Relief Found, finanziato grazie alla generosità di enti come la Croce Verde di Viareggio, ai privati e al ricavato dei suoi libri – è terreno noto, nel quale sa muoversi ma dal quale al contempo desidera fuggire. Un romanzo maturo, a tinte forti, che a giusta ragione può essere messo accanto alle grandi storie del secolo scorso.\r\n\r\nCenni sull’autore\r\n\r\nVincenzo Stefano Luisi è nato a Viareggio il 23 marzo 1950 e vive a Marina di Pietrasanta. È medico cardiochirurgo infantile e lavora a Massa presso l’Ospedale Pediatrico Apuano fin dal giorno dell’apertura di questo centro nel 1990. In ambito letterario ha pubblicato due romanzi (I pupi di Stoccolma con Marsilio nel 2004 e Lo storico romantico con Baroni nel 2006) e una raccolta di racconti (La capilla pequeña con Romano Editore nel 2009). Ha inoltre pubblicato tre drammi teatrali di cui due sono stati messi in scena al teatro La Versiliana di Marina di Pietrasanta: Tucomas 1° luglio 1825 nel 2007 e I was hunting the dancing poppies nel 2009\r\n\r\nFonte: Ufficio Stampa Romano Editore, Joselia Pisano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here