Home Interviste due chiacchiere con… Sandro Fogli

due chiacchiere con… Sandro Fogli

93
SHARE

Incontriamo Sandro Fogli, giovane regista televisivo al suo debutto nell’editoria con un interessantissimo saggio sul maestro del brivido: Alfred Hitchcok.\r\nQuando hai capito che il cinema sarebbe entrato nella tua vita?\r\nQuando a 8 anni ho visto “Il Delitto Perfetto” di Hitchcock e ho subito la fascinazione di Grace Kelly e del patinatissimo technicolor degli anni ’50 forse… o forse c’è sempre stato… Nonno girava sempre filmini in 8 mm prima e in super 8 poi…\r\nDa una piccola città di provincia a Cinecittà il passo è breve?\r\nMica tanto… Finiti gli studi, come per molti neolaureati si è trattato di iniziare a “seminare”: curricula a destra e manca in tutte le forme, cartacei, elettronici… mail, telefonate e viaggi a Roma per fare colloqui… Un annetto e spiccioli di questa vita… tentando anche altre strade nel mondo del lavoro… stavo per diventare stewart di terra all’aeroporto di pisa…\r\nQuali sono i cinque punti chiave della tua vita?Domanda imbarazzante… Il primo… La famiglia direi… le radici sono tutto… Il secondo… forse proprio quest’amore per il cinema (e anche la lettura) che da bambino mi ha segnato e guidato nelle scelte… Il terzo… l’incontro col Buddismo? E’ da 13 anni a questa parte l’inesauribile fonte di ottimismo, determinazione e coraggio necessari per credere nelle cose anche quando tutto SEMBRA remare contro… Il quarto include tutti i miei legami affettivi, che dall’asilo (e non è tanto per dire) a oggi si sono sempre arricchiti, passando spesso attraverso momenti di burrasca… Il quinto è ancora work in progress a causa della sindrome di Peter Pan…\r\nQuando hai deciso di dedicarti alla scrittura?\r\n\r\nAdesso… Perché fino a questo momento consideravo l’esperienza con Hitchcock un caso isolato… favorito da una sinergia di eventi, come spesso accade nella vita…\r\nPerchè la scelta su Sir Alfred?\r\nça va sans dire… Per me è stato l’origine di tutto quell’amore per le immagini in movimento di cui ancora oggi mi nutro avidamente…\r\nCosa c’è nel tuo immediato futuro?\r\nUn paio di progetti televisivi, per cui si renderà necessaria una scelta forse… un altro libro, perché da tutte le parti mi si è spronato a continuare questa sorta di battaglia all’oblio dei grandi autori… e un film mio che cova sotto la neve già da un biennio, ma i tempi di questo mondo, e in questo particolare momento storico, richiedono una pazienza certosina…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here