Home Cinema UOMINI DEL DELTA Un viaggio sul Po di Elisabetta Sgarbi

UOMINI DEL DELTA Un viaggio sul Po di Elisabetta Sgarbi

160
SHARE

lunedì 18 settembre 2017

In occasione del primo Forum mondiale MAB Unesco per il Delta del Po sarà presentato:
UOMINI DEL DELTA

Un viaggio sul Po di Elisabetta Sgarbi

3 film in Dvd + Libro – a ottobre in libreria

Per soli uomini, Il pesce siluro è innocente, Il pesce rosso dov’è?

Produzione Betty Wrong
Il cofanetto UOMINI DEL DELTA raccoglie i tre film di Elisabetta Sgarbi dedicati al Delta del Po: Per soli uomini (2014, 83′), Il pesce siluro è innocente (2014, 60′), Il pesce rosso dov’è? (2015, 60′) presentati alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, al Festival Internazionale del Film di Roma, al festival del Cinema italiano a Annecy in Francia, al Festival del Cinema Der Neue Heimatfilm a Freistadt in Austria. Il cofanetto contiene anche il libro, a cura di Elisabetta Sgarbi e Eugenio Lio, che raccoglie le testimonianze degli scrittori, delle donne e degli uomini del fiume.

Il libro UOMINI DEL DELTA, all’interno del cofanetto, è a cura di Elisabetta Sgarbi e Eugenio Lio. I testi del libro, con le introduzioni di Dario Franceschini, Stefano Boncaccini, Elisabetta Sgarbi sono di Gian Antonio Cibotto, Fausta Garavini, Fabio Genovesi, Boris Pahor, Giuseppe Sgarbi, Vittorio Sgarbi, Gao Xingjian.

Un mondo di uomini d’acqua che vivono nel Delta del Po, tra fiume e mare. Eredi di una tradizione antica, faticosa, spesso povera, ma gloriosa. Hanno l’orgoglio dell’appartenenza a un mondo instabile, periglioso, soggetto ai fortunali del meteo e della sorte, ma che non cambierebbero con nessun altro luogo al mondo.

Immagine incorporata 1

Il fiume è l’anima. Il fiume è la vita. Il fiume è il viaggio.

Il fiume è la natura. Il fiume è il deserto e l’oasi insieme.

Il fiume è il labirinto. Il fiume è il ventre materno.

Il fiume è una lunga strada che porta al luogo della vita.

Il fiume è la vita. (Vittorio Sgarbi)

Lunedì 18 settembre 2017, in occasione della prima edizione del Forum mondiale dei Giovani del MAB Unesco per il Delta del Po sarà presentato il cofanetto UOMINI DEL DELTA. UN VIAGGIO SUL PO DI ELISABETTA SGARBI. Il cofanetto – a ottobre in libreria – raccoglie il libro e i tre film realizzati da Elisabetta Sgarbi in un pluriennale lavoro sul Delta, fra le storie e la gente di questo fiume che si fa mare: Per soli uomini (2014, 83′), Il pesce siluro è innocente (2014, 60′), Il pesce rosso dov’è? (2015, 60′). I film diretti da Elisabetta Sgarbi sono stati presentati nei più importanti festival cinematografici, in Italia e all’estero: alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, al Festival Internazionale del Film di Roma, al festival del Cinema italiano a Annecy in Francia, al Festival del Cinema Der Neue Heimatfilm a Freistadt in Austria.

La trilogia, con le musiche di Battiato, racconta la vita dei pescatori delle valli: figure che si stagliano sullo schermo come giganti, alfieri di una vita solitaria, quasi mitologica. I protagonisti, Gabriele Levada, Claudio Candiani e Giorgio Moretti detto “Bertinotti” interpretano se stessi e sembrano attori consumati, nella semplicità dei loro dialoghi, nei gesti, nei resoconti sulla salute del sistema mondo.

I luoghi del film sono di straordinaria bellezza: il Po di Maistra, nell’estremo Delta del Po, in località Ca’Pisani. La valle è un mondo a sé, un ecosistema tenuto in vita dal movimento interno dell’acqua e dalla vigilanza ossessiva di questi valligiani, dal loro moto continuo, vaghi ma attenti camminatori del Fiume. Migliaia di pesci lottano quotidianamente tra la vita e la morte: l’acqua troppo fredda o troppo calda, l’anossia, gli attacchi dei cormorani e dei gabbiani. E quotidianamente, ora per ora, questi abitatori della Valle si addentrano nei relitti casoni superstiti, percorrono i bordi delle vasche e dei canali, controllano la temperatura e i livelli di ossigeno, si sporgono per capire se i pesci hanno mangiato oppure no, se alcuni di loro sono in sofferenza o se si rilassano. Sono uomini, i valligiani, ma sono anche mamme, padri, fratelli maggiori dei pesci che accudiscono giorno e notte una miriade di innominati e innominabili esseri viventi. Il cinema di Elisabetta Sgarbi si sta sempre di più identificando con queste cose perdute, con i luoghi del silenzio e della memoria, dove a scandire il passare delle ore è il colore delle acque, il brusio degli stormi, e dove il tempo stesso sembra fermarsi.

Il libro all’interno del cofanetto UOMINI DEL DELTA è a cura di Elisabetta Sgarbi e Eugenio Lio. I testi del libro, con le introduzioni di Dario Franceschini, Stefano Boncaccini, Elisabetta Sgarbi sono di Gian Antonio Cibotto, Fausta Garavini, Fabio Genovesi, Boris Pahor, Giuseppe Sgarbi, Vittorio Sgarbi, Gao Xingjian.

Elisabetta Sgarbi è direttore generale e editoriale della casa editrice La nave di Teseo, di Oblomov e presidente della Baldini e Castoldi, dopo venticinque anni alla direzione della Bompiani. Ha esordito alla regia nel 1999. Ha ideato, e da diciotto anni ne è direttore artistico, il festival La Milanesiana Letteratura Musica Cinema Scienza Arte Filosofia e Teatro. I suoi film hanno partecipato ai più importanti festival cinematografici: Venezia, Locarno, Cannes, Torino, Roma, Londra, New York.

Eugenio Lio è laureato in filosofia. Ha lavorato come editor della casa editrice Bompiani ed è membro del comitato editoriale della Milanesiana Letteratura Musica Cinema Scienza Arte Filosofia e Teatro. È tra i fondatori ed editor in chief della casa editrice La nave di Teseo. Ha collaborato a numerosi film di Elisabetta Sgarbi.

info

www.elisabettasgarbi.it

www.bettywrong.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here