Home Ambiente Ecco i campi di volontariato di Legambiente

Ecco i campi di volontariato di Legambiente

197
SHARE

Volontariato in riva al mare. Ustica, Lampedusa, Favignana, Cilento e Golfo di Policastro, Arcipelago Toscano, Cinque Terre, Asinara e Tremiti sono solo alcune delle località marine in cui si tengono quest’estate i campi di volontariato di Legambiente e dove è possibile dare il proprio contributo ai progetti di salvaguardia del territorio portati avanti dall’associazione.

Missione per tutti: caccia ai rifiuti e monitoraggio della marine litter, sensibilizzazione di turisti e residenti sulla corretta fruizione dei luoghi. Per il resto, ogni campo ha la sua cifra, caratteristiche che lo rendono unico, di località in località.

Tutti i campi sono organizzati dai circoli di Legambiente e propongono attività all’aperto e lavori manuali, escursioni, incontri con i residenti e momenti di formazione. Vanno da metà giugno a tutto settembre. Alcuni sono campi per ragazzi sotto ai 18 anni, altri sono per adulti, altri ancora prevedono la partecipazione di interi nuclei familiari nonni compresi. Tutti vogliono essere innanzitutto un momento di condivisione e partecipazione attiva in chiave ambientale.

Tra le proposte nelle località marine, un progetto ambizioso è quello portato avanti con la serie di campi “Vele spiegate” nell’arcipelago toscano, in collaborazione con l’associazione Diversamente marinai, che riunisce in barca diversamente abili e normodotati. L’obiettivo è quello di ripulire le spiagge delle isole e degli isolotti dell’arcipelago e di indagare sulla consistenza e l’origine dei rifiuti marini; durante la navigazione i volontari, accompagnati da ricercatori, saranno impegnati inoltre nell’avvistamento delle plastiche galleggianti. La barca a vela diventa un momento speciale di integrazione sociale e valorizzazione dell’ambiente.

Nei pressi di Gallipoli, il campo per ragazzi dai 15-17 anni è un campo in tenda e richiede quindi adattabilità e spirito d’avventura. Si svolge, dal 1 al 20 luglio all’interno del Parco Regionale Isola S. Andrea, sul litorale di Punta Pizzo, in una delle aree costiere più integre e suggestive del Salento, straordinario mosaico di ecosistemi con uno dei massimi gradi di biodiversità in Puglia. Sotto la supervisione di un biologo, un archeologo, una guida escursionistica e una guardia ecologica volontaria che organizzano incontri formativi, il lavoro consiste nel monitoraggio della viabilità rurale mediante percorsi in bici, nella raccolta e schedatura di campioni di rifiuti significativi, nella realizzazione di pulizie esemplificative per il coinvolgimento dei fruitori della costa.

Dal 19 giugno al 20 settembre, a Ustica, i volontari garantiscono un presidio costante dell’Area marina protetta, lungo tutto il periplo dell’isola, e del ricco patrimonio ambientale che vi è custodito. Svolgono attività di pulizia delle coste dai rifiuti spiaggiati, monitoraggio e catalogazione dei rifiuti raccolti negli specchi d’acqua, presidio dei punti informativi dell’AMP. Il campo  si pone l’obiettivo di sensibilizzare gli abitanti e i turisti a una fruizione corretta dell’ambiente marino e costiero e di migliorare l’offerta di turismo sostenibile sull’isola, considerata il regno dei subacquei grazie alla sua fauna e flora sottomarina. Nel campo Under 18 dal 1 al 10 luglio, sono previste inoltre attività di ripristino archeologico nel Villaggio Preistorico in collaborazione con gli esperti della Soprintendenza ai Beni Culturali e Archeologici di Palermo e al Museo Civico di Ustica.

Si chiama “Custodi del territorio” il campo organizzato a Campolongo, nella riserva naturale della foce del Sele e del Tanagro, dal 26 giugno all’8 luglio, per ragazzi dai 15 ai 17 anni. La riserva comprende parte del litorale fra Salerno e Paestum, i territori lungo le sponde dei due fiumi; vi è presente una florida pineta messa a dimora negli anni cinquanta con lo scopo di proteggere le aree coltivate dell’entroterra dai danni apportati dalla salsedine specialmente durante le mareggiate. I volontari saranno impegnati in attività di rimozione e di catalogazione dei rifiuti all’interno dell’area protetta dunale gestita da Legambiente, di ripristino dei sentieri e nella distribuzione di materiale informativo sulla raccolta differenziata.

Per affrontare i campi che si svolgono a Lampedusa, dal 3 luglio al 1 ottobre, servono una buona attitudine a camminare e la capacità di trascorrere diverse ore sotto il sole, anche in presenza di vento o umidità; per questo sono riservati agli adulti. Le attività si svolgono infatti sulla spiaggia dell’Isola dei Conigli, dove depongono le uova le tartarughe marine Caretta caretta, e sono previsti turni notturni per impedire l’accesso di eventuali visitatori che potrebbero pregiudicare gli eventi di nidificazione. I volontari sorvegliano i nidi deposti, fanno da punto di riferimento per quanti vogliono conoscere la biologia riproduttiva della Caretta caretta e svolgono attività di sensibilizzazione sulla corretta fruizione del sito. Sono inoltre di sostegno agli operatori addetti al monitoraggio per il rilevamento dei dati sui nidi di tartaruga e sui piccoli.

Salviamo lo stagnone di Marsala è il nome scelto per il campo adulti organizzato dal 9 al 18 agosto nella riserva naturale orientata che comprende la laguna dello stagnone (la laguna più grande di Sicilia, dalle acque calde, quasi stagnanti, e un’altissima concentrazione di sale) e le isole di Mozia, Santa Maria e Schola: un luogo unico per la biodiversità di flora e di fauna. Sono previste attività di sensibilizzazione rivolte ai visitatori e ai cittadini marsalesi e d eventuali segnalazioni di violazioni delle regole di corretta fruizione del sito protetto, interventi di pulizia del litorale della laguna, visite guidate sull’isola di Mozia e su Isola grande. L’obiettivo principale del campo è mantenere alta l’attenzione sulla riserva, gravemente in pericolo per effetto dei mutamenti climatici e per il  sostanziale disinteresse dell’ente gestore.

Naturalmente, non tutti i campi estivi 2017 si svolgono al mare; anche gli amanti della montagna e della campagna hanno ampia scelta su www.legambiente.it/legambiente/campi-di-volontariato

dove sono consultabili tutti i campi estivi 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here