Home Interviste Ospite del nostro format SUPERSHOCK

Ospite del nostro format SUPERSHOCK

185
SHARE

Supershock, alias Paolo Cipriano, è un musicista rock italiano. Il progetto artistico nasce come trio rock band nel 2002 a Torino e si trasforma in un solo artist project a partire dal 2014. Durante questi quindici anni, ogni occasione è vissuta come la possibilità di sperimentare un nuovo approccio musicale. In particolare Supershock inventa nuove ed alternative applicazioni della propria musica: è infatti internazionalmente riconosciuto per i suoi “cineconcerti”, spettacoli sperimentali creati dalla fusione di musica e immagini, ed anche per le sue collaborazioni nel mondo del teatro…

Cosa vuol dire approcciarsi alla musica oggi?
Personalmente ho capito sin da bambino che la musica sarebbe stata la mia strada, quindi ho studiato in Conservatorio ed alla fine il passaggio alla professione è stato molto naturale.

Come descriveresti il tuo nuovo disco?
Chiaroscurale, cioè riesce a combinare sonorità molto dure e potenti a suoni eterei e delicati, senza perdere la sua rotondità.
Visivo, cioè ispira a visualizzare mentalmente immagini, storie, azioni.
E poi ironico, sognante e in bianco e nero.

Cosa dobbiamo sapere di te per comprenddere a apieno il tuo universo creativo?
Sono chiaroscurale anche io. Il mio equilibrio è la somma di continui picchi.

Cosa pensi dei talent show? Pensi che siano necessari per emergere?
Non ho la televisione da 15 anni.
Penso che rappresentino molto bene la mediocrità e la totale assenza di progetto della mia generazione.

Hai fatto più di 500 concerti all’estero: ricevi un feedback particolarmente diverso rispetto al pubblico italiano?
Si, c’è un feedback diverso in ogni nazione: in generale, però, se vieni da lontano sei più considerato!
Il pubblico statunitense è “noisy”, cioè ogni due accordi urlano, applaudono e ti fanno sentire bravo.
I francesi sono un bel po’ più freddini, però sotto quella scorza c’è un cuore tenero: infatti la Francia è l’unica nazione al mondo che considera la musica un mestiere.
A Dubai ti fanno sentire uno sceicco e quando finisci il concerto vogliono tutti far foto con te e tu non sai come dire che in realtà non sei famoso…quindi stai zitto e fai finta!
Ma il meglio arriva in Sud America, dove, dopo mezz’ora di concerto, tu non capisci come e perché ma tutto il pubblico sta suonando insieme a te, mentre beve rum.

Hai concerti in programma in Italia?
-10 Marzo 2017: Unione Culturale EMPTY.FULL PARTY_TORINO
-17 Marzo 2017 h.10: Saison Culturelle – Teatro Splendor_AOSTA
-17 Marzo 2017 h.21: Saison Culturelle – Teatro Splendor_AOSTA
-05 Aprile 2017: Unione Culturale GRIBAUDO_TORINO
-01 Maggio 2017: Teatro Sociale_PINEROLO
-03 Maggio 2017: Unione Culturale METROPOLIS_TORINO
-24 Maggio 2017: Unione Culturale VENTO LEGGERO_TORINO
-30 Maggio 2017: Mausoleo Bella Rosin_TORINO
-31 Maggio 2017: Unione Culturale LOOP_TORINO
-21 Giugno 2017: BRAND.NEW FESTIVAL @ Unione Culturale_TORINO
-22 Giugno 2017: BRAND.NEW @ Lanificio_TORINO
-23 Giugno 2017: BRAND.NEW @ Magazzino sul Po_TORINO
-07 Luglio 2017 h.21: BRAND.NEW @ Planetario INFINI.TO_TORINO
-07 Luglio 2017 replica h.23: BRAND.NEW @ Planetario INFINI.TO_TORINO
-14 Luglio 2017 h.21: BRAND.NEW @ Planetario INFINI.TO_TORINO
-14 Luglio 2017 replica h.23: BRAND.NEW @ Planetario INFINI.TO_TORINO
-20 Luglio 2017 h.21: BRAND.NEW @ Mausoleo Bella Rosin_TORINO
-21 Luglio 2017 h.21: BRAND.NEW @ Planetario INFINI.TO_TORINO
-21 Luglio 2017 replica h.23: BRAND.NEW @ Planetario INFINI.TO_TORINO
-22 Luglio 2017 h.21: BRAND.NEW @ Mausoleo Bella Rosin_TORINO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here