Home Interviste Ospite del nostro spazio interiste Monica Shannon

Ospite del nostro spazio interiste Monica Shannon

239
SHARE

Monica Shannon ha poco più di 11 anni quando l’amore per la musica inizia a manifestarsi in lei con il desiderio di studiare il pianoforte e seguendo i preziosi insegnamenti del professore d’orchestra Aldo Garavini. Grazie a lui conosce e ama le opere di grandi compositori quali Prokofiev, Béla Bartok, Debussy. A 17 anni inizia il suo percorso come autrice e cantante. Proprio in quel periodo si accinge a comporre la sua prima colonna sonora per la Compagnia “Percorsi Teatrali”, nella commedia “La Verità di Mezzanotte” tratta dal romanzo di Andre Picot. Sempre in quegli anni, la volontà di migliorare vocalmente la porta a seguire lezioni di canto con la nota cantante jazz Tiziana Ghiglioni, dapprima presso il CPM di Milano e poi privatamente. La sua formazione musicale viene poi contaminata dai viaggi. Tutto ha inizio in Irlanda, terra a lei familiare dove assapora, oltre a paesaggi mozzafiato, le melodie ancestrali della cultura celtica. Un amore a primo ascolto ed un’ispirazione continua per le sue canzoni. Dopo anni di sperimentazioni e collaborazioni con musicisti e autori, finalmente raggiunge la realizzazione del suo primo album. Nell’estate del 2007 nasce “Beyond 9”, una produzione indipendente di cui segue con entusiasmo ogni passaggio sino a volare negli Stati Uniti per completarne il master e la successiva pubblicazione. Il progetto comprende 9 brani ispirati ai quattro elementi – acqua, fuoco, terra e aria – e vede collaborazioni di rilievo con Stefano Pulga in “The Shadows among the Trees”, Valerio Vado dei Reverie in “My Sheltering Sky” e Bill Jacobs della Sonikwheel Productions di New York al master. Il merito delle arti grafiche è della pittrice Mariangela Zabatino. Il brano “I’m Aware” viene selezionato per la compilation Gennaio-Febbraio 2008 della rivista americana Global Rhythm, distribuita in America, Spagna, Francia e Italia. Inoltre l’artista si esibisce in diversi concerti in Italia e in Svizzera sino al 2009, accompagnata da ottimi musicisti tra cui il chitarrista Valerio Vado dei Reverie, i tastieristi Fabio Zacco e Andrea Bertorelli “Satomi” e il percussionista Romano Canavesi. Nello stesso periodo continua il perfezionamento delle sue capacità vocali con il famoso vocal coach Michele Fischietti presso il suo studio di Milano, attività che prosegue tuttora. Nel 2011 le viene proposto di comporre un’altra colonna sonora per la commedia “Fools” di Neil Simon, rappresentata dalla Compagnia “Senza Bussola”. È così che nasce il “Sophia’s Theme”, il tema centrale dell’intera rappresentazione che guadagna ottimi consensi. All’inizio del 2012 inizia la stesura del suo secondo album “Ali” grazie alla preziosa collaborazione del maestro e produttore Stefano Pulga. Il progetto comprende 9 brani che raccontano l’amore in tutte le sue sfumature. L’album sarà presto disponibile all’ascolto e all’acquisto presso i maggiori canali di distribuzione.

 

Quali sono gli ingredienti per scegliere un singolo radiofonico?

Sicuramente la melodia, semplice ma non scontata. Una melodia capace di catturare l’attenzione dell’ascoltatore rimane piacevolmente impressa sin dai primi ascolti.

Poi la scelta dei suoni e l’arrangiamento sono di fondamentale importanza per “vestire” in modo coerente il motivo. Un arrangiamento inadeguato può creare l’effetto opposto.

Infine anche il testo ha la sua grande importanza. Chi rimane attratto dalla melodia, solitamente, ascolta con interesse anche le parole per coglierne il significato.

 

Cosa non deve mai mancare in un brano che ascolti e in uno che scrivi?

In tutte e due i casi, la pura ispirazione.

E’ l’ispirazione infatti che in un momento inaspettato ti coglie e ti da la possibilità di creare.

Questa è una componente facilmente intuibile in un brano perché ci fa emozionare in modo particolare.
Quali sono i tuoi modelli musicali?

Ho avuto la fortuna di crescere cullata dagli splendidi dischi in vinile di mio padre.

Preziosi ascolti come i Pink Floyd, i Genesis, The Police e nel panorama italiano, Franco Battiato, Angelo Branduardi e Pino Daniele.

Poi, intrapresi gli studi di pianoforte e canto, mi sono accostata con ammirazione agli standards jazz fino a scoprire, con il mio primo viaggio in Irlanda, le magiche melodie della cultura celtica, a cui mi sono sentita immediatamente legata.

Sempre più ispirata da quelle nuove sonorità, ho scoperto poi meravigliose cantautrici quali Loreena McKennitt e Tori Amos.

Ma i miei ascolti non finiscono mai in quanto penso ci sia sempre qualcosa di nuovo ed interessante da scoprire ed apprezzare.
Quali suggestioni contiene il tuo prossimo lavoro discografico?

“Ali” racconta l’amore…quell’amore che assume ogni volta colori e sfumature diverse.

Essendo una grande appassionata di musica-immagine, ho cercato anche in questo album di descrivere in musica, storie, sentimenti ed emozioni nelle forme più intense e variopinte.

Ho scelto di chiamare il mio nuovo album “Ali” perché alla fine di ogni storia c’è sempre un’apertura, un volo liberatorio verso l’amore e lontano da ciò che non lo rappresenta.
Come vivi il tuo presente?

Il mio più grande obiettivo per questo nuovo anno 2017 era di riuscire a completare il nuovo album e sono davvero felice di esserci riuscita. Questa soddisfazione immensa che mi accompagna quotidianamente, mi dona anche la carica giusta per affrontare le prossime sfide. E’ un presente intenso, luminoso proprio perché porta con sé una parte essenziale di me, la Musica.
Quali sono i tuoi prossimi progetti?

Ora che “Ali” sta iniziando il suo viaggio, lo accompagnerò premurosamente.

Mi piacerebbe raccontarlo agli ascoltatori attraverso i brani stessi e le loro storie e i concerti che ne seguiranno in Italia ma anche all’estero.

E sempre per la passione che mi lega fin da giovanissima alla musica-immagine, continuerò a perseguire il mio sogno di sempre…che un giorno un mio brano possa accompagnare un film.

 

Facebook https://www.facebook.com/MONICA-SHANNON-51980755551/?fref=ts

Sito www.monicashannon.com

Reverbnation https://www.reverbnation.com/monicashannon

Soundcloud https://soundcloud.com/monica-shannon-1

 

Intervista di: Lucrezia Monti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here