Home Eventi e News FESTIVAL DEI DIRITTI UMANI | Parole e silenzi. Libertà e limiti. 2/7...

FESTIVAL DEI DIRITTI UMANI | Parole e silenzi. Libertà e limiti. 2/7 maggio 2017, MilanoR

93
SHARE

Festival dei diritti umani. Parole e silenzi. Libertà e limiti. A Milano, dal 2 al 7 maggio 2017, la seconda edizione del Festival dei Diritti Umani. Da subito il concorso per le scuole sulla libertà d’espressione.

Dopo il successo della prima edizione si terrà dal 2 al 7 maggio 2017, alla Triennale di Milano, la seconda edizione del FESTIVAL DEI DIRITTI UMANI, manifestazione pensata per sensibilizzare la cittadinanza al tema sempre più centrale dei diritti umani spesso violati e ignorati anche in luoghi geograficamente e culturalmente non lontani da noi.

Il FESTIVAL DEI DIRITTI UMANI è organizzato da Reset-Diritti Umani, con il patrocinio del Comune di Milano e della Città Metropolitana di Milano. Il comitato coordinamento e direzione è composto da Paolo Bernasconi, Giancarlo Bosetti e Danilo De Biasio, che ne è direttore.

Il FESTIVAL DEI DIRITTI UMANI, nella sua seconda edizione, vuole alzare lo sguardo sulla libertà d’espressione, sapendo che è problema difficile, spinoso, in continua evoluzione, come dimostrano le chiusure di giornali e le incarcerazioni di giornalisti, le imposizioni ad artisti e le abiure chieste agli scrittori, i limiti invocati per il web e i social network accusati di fomentare odio e bullismo.
Pensare. Parlare. Scrivere. Comunicare. In troppe nazioni manca questo diritto fondamentale: la possibilità di esprimersi, di non essere censurati, di non rischiare la vita e la libertà per essere pienamente sè stessi, per rivendicare le proprie idee, convinzioni o stili di vita.
La libertà d’espressione riguarda tutti gli individui, non fa distinzioni tra uomini e donne, tra chi è cittadino e chi non ha ancora i documenti per esserlo. La libertà d’espressione non ha frontiere, soprattutto nel mondo attuale, dove tutto sembra stare nel piccolo schermo di un computer o di uno smartphone. La libertà d’espressione è fatta di parole e azioni, di inchiostro e bombolette spray, di ricerca artistica e comportamenti individuali.

Il festival prevede proiezioni di documentari e film, spesso inediti; dibattiti con intellettuali e studiosi italiani e internazionali, dialoghi con testimoni.
L’ingresso al Festival dei Diritti Umani è libero, fino ad esaurimento posti.

Anche nella sua seconda edizione il Festival dei Diritti Umani è particolarmente attento alle giovani generazioni, con un programma pensato per gli studenti. Un programma che si arricchisce quest’anno anche del concorso “Libera la parola”, promosso dal Festival dei Diritti Umani, FNSI e MIUR, aperto a tutte le scuole superiori italiane. Il miglior articolo per la carta stampata, per la radio e per la televisione sarà premiato con la pubblicazione sui media partner dell’iniziativa: Corriere della Sera, Radio Popolare, Rainews24. Il tema su cui gli studenti dovranno esercitarsi è la libertà d’espressione.
Termine per partecipare: 15 marzo 2017 – concorsoscuole@festivaldirittiumani.it

Reset-Diritti Umani è un’associazione non profit, nata a Milano nel 2015 per diffondere la conoscenza e la cultura dei diritti umani attraverso il Festival e altre iniziative. L’associazione è presieduta dall’avvocato del Foro di Lugano, Paolo Bernasconi – da anni attivo sul fronte della difesa dei diritti umani – e ha come Segretario generale Giancarlo Bosetti, direttore dei Reset-Dialogues On Civilizations. Inoltre annovera tra i suoi fondatori Piergaetano Marchetti, presidente della Fondazione Corriere della Sera, Francesco Micheli – ideatore di MiTo – e Danilo De Biasio, già direttore di Radio Popolare.

www.festivaldirittiumani.it
Facebook | Festival dei Diritti Umani – Milano
Twitter | @FDUmilano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here