Home Musica Giulia Pratelli… l’intervista

Giulia Pratelli… l’intervista

96
SHARE

Conosciamo meglio Giulia Pratelli

Un singolo e un video anticipano il lavoro discografico di Giulia Pratelli, cantautrice, resident dell’EdicolaFiore di Fiorello, ospite fissa nel tour di Marco Masini, ha collaborato con Enrico Ruggeri e Grazia Di Michele. Dall’altra parte delle cose è il primo estratto da Tutto bene, in uscita la prossima primavera.

Noi l’abbiamo incontrata ecco cosa ci ha raccontato…

 

“Dall’altra parte delle cose” è un pezzo che parla di cambiamenti necessari ad una nascita: quali sono gli ingredienti per scegliere un singolo radiofonico?

Non conosco una ricetta precisa. Nel nostro caso, ce lo siamo domandati durante le registrazioni dell’album e quel titolo è stata la risposta che ci siamo dati insieme. Abbiamo provato anche a ripensarci, ma sentivamo che “Dall’altra parte delle cose” era il miglior modo per presentare il nuovo progetto, prima di far uscire il disco.

 

Cosa non deve mai mancare in un brano che ascolti e in uno che scrivi?

Nei miei brani cerco sempre la sincerità e la voglia di cantare davvero quello che ho scritto. Nei brani degli altri non cerco qualcosa in particolare, ascolto musica anche molto diversa, non so sempre decifrare quello che mi piace… basta che in qualche modo mi piaccia o mi colpisca.

 

Quali sono i tuoi modelli musicali?

Ci sono tantissimi artisti che ammiro, anche per motivi diversi, non è facile scegliere. Tra i grandissimi citerei Ivano Fossati e Lucio Dalla, ma devo tantissimo anche a artisti come Carmen Consoli, Tori Amos, Niccolò Fabi e Hindi Zahra.

 

Il tuo disco sarà prodotto da Zibba, fai parte del cast di Edicola Fiore, hai lavorato con Masini, Ruggeri e Grazia Di Michele: come sono nate queste collaborazioni?

Queste collaborazioni sono nate da incontri (fortunatissimi, per me) che poi si sono trasformati in qualcosa di più: sono capitata per caso all’EdicolaFiore, facendomi coraggio una mattina per portare a Fiorello un disco con qualche canzone che avevo scritto. Lì poi ho conosciuto Zibba, ci siamo incontrati altre volte alle sue serate e siamo diventati amici prima di decidere di lavorare insieme. Invece ho conosciuto Grazia Di Michele, Marco Masini e Enrico Ruggeri grazie a manifestazioni a cui ho partecipato o colleghi in comune, e dopo aver ascoltato le mie cose hanno deciso di aiutarmi, dandomi delle bellissime opportunità.

Da tutti loro ho imparato, e sto imparando, tantissimo.

 

Come stai vivendo il tuo presente?

Sto cercando di dare il massimo in questo progetto e allo stesso tempo di godermi ogni momento di questo percorso importante.

 

Quali sono i tuoi progetti futuri, uscita del disco e…

e magari un tour, per portare questo lavoro in giro il più possibile.

Intervista di: Lucrezia Monti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here