Home Interviste Conosciamo meglio… Sonia Lucchini

Conosciamo meglio… Sonia Lucchini

205
SHARE
Sonia Lucchini  nasce a Carrara 48 anni fa, attualmente vive a Saronno.

 

È Naturopata, Theta Healer, Kinesiologa, Riflessologa, Catalizzatrice e Counselor.  Da 10 anni svolge la sua attività come libera professionista a Saronno, Milano e nelle province di Massa Carrara e La Spezia.

 

In che modo si può onorare la nostra esistenza?

Possiamo  onorare la nostra esistenza realizzando i nostri sogni e i nostri desideri, perché sono la voce della nostra Anima, della nostra essenza più profonda ed è in questo modo che compiamo e realizziamo il viaggio che in uno spazio e in un tempo lontani da questo abbiamo scelto.

Quale il messaggio contenuto nel libro, se c’è, che più di altri ti ha toccata?

Tutti i messaggi in modo diverso mi hanno toccata e ogni volta che mi capita  di rileggere il libro o di aprirlo a caso ne trovo sempre diversi che in qualche modo mi toccano, mi suscitano emozioni e riflessioni.

Ma ce n’è uno in particolare che mi ha mosso emozioni molto intense e che mi ha commossa fino alle lacrime ed è riportato a pagina 110 e 111 del libro.

In che misura le persone reggono il timone della propria vita?

Seguendo la voce del proprio cuore, liberi dai condizionamenti familiari e sociali,  liberi da quello che gli altri si aspettano da loro, liberi di essere se stessi, liberi dalle proprie paure e ponendo tutta la loro fiducia in se stessi,  in ciò che sono e  in ciò che sentono.

Ma soprattutto liberi.

Può sembrare difficile a molti, ma non è impossibile, spesso è necessario un lavoro se stessi, ma ne vale sicuramente la pena.

Come sei entrata in contatto con  questi esseri di luce? 

È accaduto e accade tutt’ora.  È sempre stato così, diciamo che sono nata con questo dono e come me vi sono molte altre persone che sono in grado di farlo. Ma avevo bisogno di tempo e di un lungo lavoro su me stessa per riconoscere che i messaggi  che sentivo, che percepivo non erano frutto della mia mente, della mia immaginazione, ma vere e proprie canalizzazioni, in altre parole avevo bisogno di tempo per avere fiducia in me stessa e in quello che sentivo.
Mi ha aiutata molto, all’inizio, osare e sperimentarmi;  nel mio lavoro di Naturopata e di Theta Healer uso sempre la canalizzazione come mezzo per ricevere i messaggi più importanti e maggiormente di aiuto per la persona con la quale sto lavorando e ciò che nel tempo mi ha dato la certezza che ciò che ricevo  sono messaggi canalizzati è che i messaggi che comunico alla persona sono sempre precisi ed esatti ed è la persona stessa a confermarmelo, sebbene sia la prima volta che la vedo e che non sappia nulla di lei e della sua vita fino a quel momento.
Perché si sono manifestati in questo particolare momento storico?
Perché l’umanità  ne ha un grande bisogno, perché stiamo attraversando un momento storico particolare di grande confusione di grande sofferenza per molti.

Perché è necessario aprirci al cambiamento, prendere consapevolezza di chi siamo e  del significato più profondo dell’esistenza, se non vogliamo che la vita sulla terra peggiori sempre di più, divenendo solo sofferenza e dolore.

Sono messaggi che ci invitano a ricordare chi siamo e cosa fare per realizzare il nostro viaggio e quindi per essere felici e che ciò che facciamo ad altri lo facciamo a noi stessi perché siamo parte di un Tutto.

Ci donano anche parole di speranza e di conforto ma ci dicono anche che è tempo  di ridestarci.

Che destino ha avuto questo libro?
Questo è un libro di Luce e segue la scia della Luce.

In molti lo stanno leggendo e mi stanno arrivando moltissime testimonianze.

È un libro che tocca i cuori e che fa riflettere.

Il suo destino è quello di arrivare a quante più persone,  questo è ciò che mi è stato detto fin dal principio e questo è l’intento col quale l’ho scritto e pubblicato.

 “Scrivi questo libro e portano nel mondo affinché il mondo conosca la verità “. questo è stato uno dei messaggi più frequenti che ho ricevuto.
Quando hai capito che quello che ricevevi era destinato ad essere divulgato? 
Fin da subito. È stato il primo messaggio ricevuto.
Non nascondo che all’inizio ho avuto qualche resistenza, la mia parte mentale, come per tutti, ha giocato a farmi lo sgambetto e ad insinuare in me dubbi e timori, ma i messaggi erano così forti, chiari e intensi che è stato inevitabile seguirli.
E durante tutta la scrittura del libro ho provato una pace e una gioia mai sperimentate prima e difficili da descrivere a parole.
Intervista di: Elena Torre

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here