Home Eventi e News I VENERDI DEL PEPENERO A cena con gli autori

I VENERDI DEL PEPENERO A cena con gli autori

165
SHARE

Venerdi 28 marzo alle 20.15 il ristorante Pepenero di Pietrasanta propone la serata dal titolo BICI & LOVE. Dopo il successo della serata dedicata alla poesia, Demetrio Brandi ospita gli scrittori Enrica  Giannelli con “Lettere al secondo cuore” (Giovane Holden Edizioni) e Stefano Carlo Vecoli “Crescevano sogni fiorivano eskimi” (Lulu.com). Nell’occasione il Pepenero si trasforma anche in un originalissimo deposito di bici.  Nelle sale del ristorante troviamo in esposizione le biciclette di Mastro FELIX (Vincenzo De Felice), appassionato amatore e restauratore di bici antiche. “Quella della bicicletta è l’unica catena che ti rende libero” – afferma Mastro Felix. “La bici è il passato che illumina il futuro. L’uomo ha costruito le piramidi 5000 anni fa e ne ha impiegati altrettanti per concepire la bicicletta”.  Tra le bici in mostra al Pepenero troviamo una Bianchi del 1920, una bici di ispirazione inglese sempre dei primi anni del secolo scorso, una bici ispirata al famoso motore “mosquito” degli anni cinquanta ed una ispirata ad una antica bicicletta olandese motorizzata.  Interessante il menù della serata. Vellutata di broccolo romanesco patate e porri con crostini croccanti. Risottino agli asparagi selvatici e pistilli di zafferano. Arista al forno con verdure di campo toscane. Cestino dolce con mousse di fragole. Calice di Vino Sangiovese di Toscana. Acqua e caffè. Tutto a 25 euro. Prenotazioni per la cena allo 0584.792877.   Ristorante Pepenero, piazza Crispi, Pietrasanta.

\r\n

Enrica Giannelli “Lettere al secondo cuore” – Un lampo ci attraversa l’anima e un messaggio ci scuote: essere quello che si vive, sentirsi liberi, darsi senza riserve, amare per davvero, sentirsi giganti nell’amore, di quell’amore che esiste come pura forma dell’Essere, riconoscere il senso d’ogni evento, anche dell’abbandono, amare osando l’amore, vivere il momento, glorificare il corpo. L’amore di cui si parla e che si descrive, l’amore intersoggettivo, l’amore che non necessita conferme, racconta come due pensieri possano incontrarsi e amarsi profondamente intrecciati nella carne e, al tempo stesso, potentemente proiettati verso l’infinito.  L’estasi si può solo viverla o, tutt’al più cantarla, ed Enrica Giannelli cantandoci la sua esperienza non ci chiede di ascoltarla, così come si ascolta un discorso altrui, ci chiede di cantare con lei. Se lo facciamo risuonare in noi, questo canto ci trasporta in una dimensione orgiastica a-spaziale e a-temporale sì che improvvisamente l’impossibile, l’assurdo, si mostrano veri. La parola poetica si fa strumento di conoscenza che a sua volta si fa carne e uccide ciò che è passato, trasforma la vita, sublima l’esistenza. Un dialogo serrato, a volte dolce ed emozionante, a volte deciso e vero. La poetessa non ha paura di mostrarsi e donare agli altri quello che passa attraverso di lei, e attraverso di lei passa un continuo dirsi duale. Anche le parole del sesso sono trasfigurate, la sessualità venne dopo l’amore: così che l’impudicizia diventa in quanto espressione/di chi il Padrone/non ce l’ha più/la più alta virtù, come dice Silvia Montefoschi.

\r\n

Stefano Carlo Vecoli  “Crescevano Sogni, Fiorivano Eskimi”  – Come si intuisce dal titolo evocativo, Vecoli, architetto e docente, legato intensamente alla propria città, ricostruisce la Viareggio degli anni Settanta e la particolare atmosfera politica di quei tempi, attraverso gli occhi di un ragazzino cresciuto al ‘Piazzone’. “Vecoli racconta bene il crescendo dell’euforia rivoluzionaria, la sensazione rassicurante di sentirsi parte di un tutto destinato a cambiare la storia, l’esaltazione degli slogan, il primato della politica in ogni aspetto della vita quotidiana: dalle letture alla musica, dal modo di vestire all’amore, divenuto d’improvviso esperienza facile e disinibita”. scrive Luciano Luciani nella prefazione del romanzo. Non mancano le contraddizioni di anni difficili che vanno di pari passo con la crescita del ragazzino protagonista e dei suoi amici, con un finale a sorpresa “cupo e liberatorio”. Un romanzo da leggere da parte delle giovani generazioni, magari nella versione e-book, “politicamente utile” per tutti. Il romanzo si trova sul sito www.lulu.com

\r\n\r\n

I VENERDI DEL PEPENERO a cura di Demetrio Brandi vedono protagonisti una trentina di scrittori, poeti, musicisti, attori, pittori e scultori. Vengono affrontati temi leggeri ma non solo, spaziando dall’avventura alla poesia, dall’arte ai piaceri della tavola, dai racconti d’amore alla sociologia, dai temi sociali alle favole per bambini, dal giallo alla fantascienza. Tutto questo con la collaborazione della redazione del premio letterario “Racconti nella Rete”. Per partecipare alle cene si consiglia la prenotazione allo 0584 792877.

\r\n

Il programma dei “Venerdì del Pepenero” prosegue VENERDI  4 APRILE con lo spettacolo UN MURO DI PAPAVERI   da un testo originale di Maria Teresa Sacchelli. Con Angela Simi. Regia di Mauro Tommasi.  VENERDI 11 APRILE  LA VITA E’ UN’OPERA D’ARTE  con la pittrice Daniela Briganzoli e gli scultori Lucilla Gattini e Michele Canova.  VENERDI 9 MAGGIO   PINOCCHIO & FRIENDS, la favola del burattino più famoso del mondo vista attraverso gli scatti del fotografo d’arte Stefano Giraldi.  Con Eugenio Riotto, Simona Bertocchi e Luigi Bartalini “Sono nato nel mese dei morti” (Kairòs Editore).  Reading di poesia al femminile. Intervengono i pittori Elena Bini, Claudio Bopntà, Daniela Cappellini, Francesco Ravallo autori delle illustrazioni di una nuova edizione de “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi.  VENERDI 16 MAGGIO lo spettacolo  DONNE CATTIVE introduzione di Maria Teresa Sacchelli, di e con Angela Simi. Regia di Mauro Tommasi.  VENERDI  23 MAGGIO    SIAMO DAVVERO LIBERI?   Con Andrea Menconi e Gianfranco Antognoli.  In mostra le “Fotografie con qualcuno dentro” di Rinaldo Serra e Franca Polizzano.  VENERDI  30 MAGGIO   BIRRA E DINTORNI   con Leone Ramacciotti.  La sociologa Emma Viviani presenta “Energie Ribelli” (ETS) la sociologia a portata di cittadino. 

\r\n

VENERDI 6 GIUGNO    PIANTE INSOLITE IN TOSCANA  con Paolo Piccolo, Manuela Signorelli e Davide Picchi. VENERDI 13 GIUGNO ultimo appuntamento con i MISTERI E COLORI DEL GOLFO  letture ad alta voce con  Raffaella Ferrari  e Luciano Ribolini. 

\r\n

\r\n

L’Ufficio Stampa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here