Home Eventi e News CAFFÈ DI BURLAMACCO, PER RACCONTARE IL CARNEVALE DI VIAREGGIO

CAFFÈ DI BURLAMACCO, PER RACCONTARE IL CARNEVALE DI VIAREGGIO

178
SHARE

Torna anche quest’anno il Caffè di Burlamacco, l’occasione migliore per riscoprire il lato culturale, storico, tradizionale del Carnevale di Viareggio. Ospitato nelle prestigiose sale Liberty del Gran Caffè Margherita, sul Lungomare di Viareggio, il Caffè di Burlamacco è l’appuntamento settimanale in cui si discuteranno gli aspetti più affascinanti del mondo delle maschere. A condurre è Adolfo Lippi.\r\n\r\n\r\n\r\n\r\nGiovedì 20 febbraio\r\n\r\nCHI E’ BURLAMACCO?\r\n\r\nStoria ma soprattutto dettagli insoliti. Burlamacco nasce come manifesto, solo successivamente viene proposto come maschera. A differenza però delle altre maschere (Arlecchino, Pulcinella, ecc) non ha spessore (proprio come la sua grafica) nè profondità, o sfumature. E’ forse asessuato? Ha una compagna, Ondina, ma neppure se ne accorge, o finge di non accorgersene? Metteremo la maschera viareggina sul lettino della psicoterapeuta e psichiatra Sonia Cortopassi, che ci aiuterà a capire come mai un popolo trasgressivo e anarchico come quello viareggino abbia come icona del proprio carnevale una maschera della quale nessuno si è ancora preoccupato di definirne i tratti caratteriali. \r\n\r\nOspiti del pomeriggio, oltre a Sonia Cortopassi, Adriana Bonetti, Antonella Serafini, Giorgio White, Francesco Borraccini.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nGiovedì 27 febbraio\r\n\r\nRACCONTAMI IL TUO CARNEVALE\r\n\r\nIl carnevale visto dalla parte dell’emozione di ciascuno. Carnevale come momento interiore che si sintonizza con la manifestazione e, a febbraio, diventano un tutt’uno.\r\n\r\nDal punto di vista giornalistico è cambiato il modo di raccontarlo? Cosa vuole esprimere il carrista, ancor prima di mettere mano a colla e giornali? Il carnevale, oltre ad essere  grande festa di popolo, è un’ esperienza intima che ognuno di noi vive in modo diverso. Aneddoti, storie e racconti del periodo più pazzo dell’anno.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nGiovedì 6 marzo\r\n\r\nIL CARNEVALE E IL MARE\r\n\r\nEsiste una connessione profonda tra il carnevale e il mare, per alcuni imprescindibile, tant’è che il legame tra mare e follia è arcaico. Il mare rappresenta lo stallo, l’ignoto, la mancanza di terra e quindi di sicurezza e stabilità. Usciti in mare aperto la norma cessa. Questa festa si presenta infatti come pausa, come interregno tra il tramonto del vecchio Anno e la salita al trono del nuovo Signore: il momento pericoloso per eccellenza.\r\n\r\nCon queste premesse, si parlerà di come questo elemento naturale abbia influenzato Viareggio e i viareggini nella festa che esprime l’animo profondo di coloro che la vivono.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nIL CAFFE’ DI BURLAMACCO\r\n\r\n20-27 febbraio e 6 marzo\r\n\r\nGran Caffè MARGHERITA, ore 17\r\n\r\nConduce ADOLFO LIPPI\r\n\r\n\r\n

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here