Home Ambiente c.s. GEOTERMIA BAGNORE 4

c.s. GEOTERMIA BAGNORE 4

162
SHARE

WWF E ITALIA NOSTRA: GRANDE SODDISFAZIONE PER L’ESITO DEL RICORSO AL TAR TOSCANA CONTRO L’AUTORIZZAZIONE UNICA DELLA CENTRALE GEO-TERMOELETTRICA BAGNORE 4.

\r\n \r\n\r\nWWF ed Italia Nostra esprimono la loro soddisfazione per l’esito del ricorso al TAR Toscana contro l’Autorizzazione Unica della Centrale geo-termoelettrica Bagnore 4. La sentenza  infatti  ha accolto il ricorso per motivi aggiunti presentato dall’Avv. Andrea Faccon ed ha annullato il provvedimento autorizzativo, in quanto viziato sotto il profilo “dell’eccesso di potere per difetto di presupposti e di motivazione, mancando le condizioni  prescritte per il rilascio dell’autorizzazione unica, senza che siano state esternate le ragioni per le quali si è ritenuto di prescindere dalla puntuale verifica dell’ottemperanza delle prescrizioni impartite in sede di VIA, con un evidente sconfinamento dei poteri attribuiti dalla legge all’autorità amministrativa”.\r\n\r\nLa sentenza del TAR quindi riconosce, anche se in parte, le preoccupazioni espresse da tutte le  Associazioni (WWF, Italia Nostra, Forum Ambientalista, Comunità Buddista Dzogchen) nei due ricorsi al Tar, curati dagli avvocati Andrea Faccon  e Franco Zuccaro, in merito all’entrata in funzione della Centrale di Bagnore 4; la stessa Regione Toscana, aveva subordinato l’autorizzazione all’ottemperanza di più di 30 prescrizioni, a conferma degli impatti che una centrale del genere è destinata ad avere su salute ed ambiente e come dimostrano, ad esempio,  le ingenti emissioni di fumi avvenute lunedì e martedì  scorso dal pozzo di Bagnore 25, collocato nelle immediate vicinanze del sito destinato alla Centrale di Bagnore 4 e la cui composizione  non è stata ancora resa nota dall’ARPAT.\r\n\r\n \r\n\r\nIl WWF auspica che la sentenza del TAR possa costituire l’occasione per la Regione Toscana e la stessa ENEL per  rivedere il progetto di Bagnore 4 e cercare, attraverso un percorso partecipativo con le popolazioni locali, soluzioni alternative meno impattanti; “ da parte nostra”, ha dichiarato soddisfatta Alice Faccon, referente Amiata del WWF Toscana, “siamo  pronti a   continuare ad impegnarci ai fini della tutela del prezioso e unico ambiente dell’Amiata e delle popolazioni che ci vivono”.\r\n\r\nFonte WWF Toscana

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here