Home Musica PIPPO POLLINA Uno dei più apprezzati esponenti della musica d’autore in...

PIPPO POLLINA Uno dei più apprezzati esponenti della musica d’autore in Europa

45
SHARE

IL 21 GENNAIO ESCE IL NUOVO DISCO DI INEDITI

\r\n

L’APPARTENENZA

\r\n

anticipato in radio dal brano “Sono chi sei sono chissà”

\r\n

 

\r\n

IN TOUR IN ITALIA DA FINE FEBBRAIO

\r\n

 

\r\nIl 21 gennaio uscirà in Italia “L’APPARTENENZA” (pubblicato da Jazzhaus Records e distribuito in Italia da Artist First), il nuovo disco di inediti di PIPPO POLLINA, uno dei più apprezzati esponenti della musica italiana d’autore in Europa. L’artista siciliano, infatti, da sempre impegnato a dar voce a storie dimenticate, a fatti di cronaca spesso taciuti e alle vite valorose dei veri eroi della storia recente, ha all’attivo 19 album e oltre 4.000 concerti in Italia, Germania, Austria, Francia, Svizzera, Olanda, Svezia, Belgio, Egitto e U.S.A.\r\n\r\n \r\n\r\n“L’APPARTENENZA”, anticipato in radio dal primo singolo “Sono chi sei sono chissà”, contiene alcune importanti ed eclettiche collaborazioni con artisti italiani e stranieri del calibro di Giorgio Conte, Etta Scollo e Werner Schmidbauer. Ecco i 13 brani che compongono l’album: “Preludio”, “Mare mare mare” (feat. Giorgio Conte), “Cantautori”, “Laddove crescevano i melograni”, “Sono chi sei sono chissà”, “Anniventi”, “Da terra a terra”, “Helvetia”, “Ti vogghiu beni” (feat. Etta Scollo), “L’appartenenza”, “E se ognuno fa qualcosa”, “Risveglio” (feat. Werner Schmidbauer) e “Adesso che”.\r\n\r\n \r\n\r\nL’esilio è quello spazio dove si realizza la comprensione della solitudine – racconta Pippo Pollina, spiegando il contenuto del suo nuovo progetto discografico quel luogo dove si impara ad osservare ogni cosa da una collina privilegiata ma irrimediabilmente triste: perché il bambino, in fondo, sogna l’abbraccio del padre e non la pacca sulla spalla del passante ammirato. Quel bambino un giorno diventerà un ragazzo che crescerà con quel vuoto che la sua patria o la sua famiglia gli hanno lasciato. L’esilio, però, sarà quella dimensione dove egli troverà risposte importanti, libero da giudizi e da influenze altrui. Dove potrà confrontarsi con realtà differenti, con modi lontani di intendere la vita.\r\n\r\n \r\n\r\nPIPPO POLLINA (voce, chitarra e piano) sarà in Italia nel 2014 per presentare dal vivo i nuovi brani contenuti ne “L’APPARTENENZA”, accompagnato sul palco dal Palermo Acoustic Quintet composto da Fabrizio Giambanco (percussioni e batteria), Luca Lo Bianco (basso e contrabbasso), Roberto Petroli (clarinetto e sassofoni), Tino Horat (tastiera), Max Kemmerling (chitarra). Queste le date nel nostro Paese ad oggi confermate de “L’APPARTENENZA Europa Tour 2014”: il 27 febbraio a Torino (Teatro Dopo Lavoro Ferroviario), il 28 febbraio a Cattolica (Teatro della Regina), l’1 marzo a Verona (Teatro Nuovo) e il 2 marzo a Firenze (Teatro Puccini).\r\n\r\n \r\n

\r\n

www.pippopollina.com  

\r\n\r\n

\r\n \r\n\r\n 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here