Home Musica 90° anniversario della nascita di Maria Callas

90° anniversario della nascita di Maria Callas

36
SHARE

Il 2 dicembre ricorre il 90° anniversario della nascita di Maria Callas e per l’occasione Provincia di Milano/Assessorato alla Cultura, in collaborazione con Warner Classics, organizza una serata in onore della grande diva.\r\nLa serata si tiene nella Sala Alda Merini dello Spazio Oberdan (Viale Vittorio Veneto, 2 – Milano) alle ore 21.00, e prevede la proiezione del video del 2° atto della “TOSCA” di Puccini, interpretata dalla Callas al Royal Opera House, Covent Garden nel 1964.\r\nIngresso libero dalle 20.30 fino ad esaurimento posti.\r\n\r\nLe riprese sono tratte dal cofanetto “MARIA CALLAS AT COVENT GARDEN 1962 & 1964”, pubblicato da Warner Classics (2 cd + dvd). Solo poche performance live di Maria Callas sono state filmate. Per questa ragione il materiale contenuto nel cofanetto è da considerarsi particolarmente prezioso.\r\n\r\nLa proiezione sarà introdotta dalla giornalista e scrittrice Carla Maria Casanova sul tema “Maria Callas, Milano e la Scala”: il “fenomeno Callas” non influenzò solo il mondo della lirica, ma l’intera società e cultura del suo tempo. Il Direttore della rivista MUSICA Stephen Hastings interverrà su “Maria Callas, Londra e la fortuna discografica”: al Covent Garden (1952-1965) l’artista realizzò alcune registrazioni audio e video “live” fra le più significative del suo lascito artistico.\r\n\r\n”L’omaggio della Provincia di Milano a Maria Callas viaggia lungo un duplice binario. – sottolinea il Vicepresidente e Assessore alla  Cultura della Provincia di Milano, Novo Umberto Maerna – Da un lato, infatti, tributiamo alla Callas quanto le spetta per la popolarità planetaria conquistata, che l’ha trasformata in una delle più grandi dive del secolo scorso. Dall’altro c’è il rigore e la ricerca di qualità garantita dagli organizzatori che abbiamo scelto come partner; non a caso verranno riproposti brani della Tosca diretta da Franco Zeffirelli, una versione del grande classico consegnata per sempre alla storia della lirica. Siamo certi – conclude Maerna  – che Milano, la città della Scala, saprà rendere a Maria Callas l’omaggio che si deve a un’icona della cultura musicale e popolare, italiana ed internazionale”.\r\n\r\nIl 4 Novembre 1962, Maria Callas prese parte come ospite a sorpresa di una trasmissione televisiva live di un concerto di gala alla Royal Opera House, Covent Garden. La Callas era in condizioni vocali eccellenti, e le sue interpretazioni di ‘Tu che le vanità’, dall’ultimo atto del “Don Carlo” di Verdi, e della Habanera, dal primo atto della “Carmen” di Bizet, lo dimostrano ampiamente.\r\nIn seguito, il ritorno della Callas sul palcoscenico, in una nuova produzione della “Tosca” di Puccini al Covent Garden agli inizi del 1964, sancì il suo grande rientro sulle scene operistiche dopo un anno travagliato soprattutto a livello personale. Fu il suo ultimo grande trionfo.\r\nIl regista di “Tosca” era Franco Zeffirelli, con cui la Callas aveva già lavorato alla Scala, e ad interpretare il ruolo del perfido Barone Scarpia era un suo caro amico e collega, il baritono Tito Gobbi.\r\nDopo sei recite, venne organizzato un Gala televisivo alla Royal Opera House, Covent Garden per la serata del 9 febbraio 1964, in cui si sarebbe rappresentato l’intero secondo atto di “Tosca”. Poiché la trasmissione era in diretta, non c’era possibilità di interruzioni e tagli, e ci si doveva arrangiare con telecamere ad inquadrature fisse. Nonostante queste limitazioni, il filmato che ritrae la Callas nel secondo atto di “Tosca” è un documento di incredibile valore artistico, testimoniando l’eccezionale trionfo a scena aperta tributato alla grande Diva.\r\n\r\nInformazioni al pubblico:\r\n- Warner Classics, www.facebook.com/warnerclassicseratoitaly\r\n- Provincia di Milano/Spazio Oberdan, tel. 02 7740.6302 – www.provincia.milano.it/cultura

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here