Home Ambiente Un autunno di eventi a “La Brilla” di Massarosa, recentemente ristrutturata dall’Ente...

Un autunno di eventi a “La Brilla” di Massarosa, recentemente ristrutturata dall’Ente Parco

77
SHARE

Presentati nel corso della conferenza stampa svoltasi questa mattina presso la sede dell’Ente Parco regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli – nella Tenuta di San Rossore, in località Cascine Vecchie – gli interventi di recupero realizzati dal Parco presso l’edificio “La Brilla” di Massarosa e i primi eventi programmati per questo autunno: il convegno “Smart Governance: P.A. e Prosumer – il dialogo è possibile?” e “Olio Officina Anteprima: la zona franca dell’olio.\r\n\r\nIl Presidente dell’Ente Parco, Fabrizio Manfredi, ha annunciato che lo storico opificio de “La Brilla” – situato in località “Molinaccio”, tra Massaciuccoli e Massarosa, all’estremità settentrionale dell’area protetta, e utilizzato fin dal 1841 per la pilatura e il ricovero del riso – diventerà una delle porte dell’area protetta. «Gli investimenti dell’Ente Parco nella struttura, che stiamo già iniziando ad allestire, hanno rappresentato una bella scommessa per tutto il territorio di Massarosa – ricorda Manfredi. – Sono convinto del fatto che nel lungo periodo essa riuscirà a rendere bene l’idea del valore sia ambientale, sia culturale, di tale territorio, cosicché esso possa essere fruito e goduto sotto questo duplice punto di vista. Inoltre, dobbiamo iniziare a superare le barriere storico-politiche locali e a concepire questa zona della Toscana come un “unicum”, dove il Parco avrà un ruolo sempre più rilevante: gli eventi organizzati a “La Brilla” per il 26 e il 29 settembre si sposano perfettamente con tale approccio.»\r\n\r\n“La Brilla” è stata interamente ristrutturata dall’Ente Parco grazie ad un investimento complessivo di oltre tre milioni di euro, suddivisi tra fondi regionali e comunitari da un lato e risorse proprie a titolo di cofinanziamento dall’altro. Obiettivo del progetto è sempre stato la realizzazione di uno spazio polifunzionale articolato su quattro livelli, ognuno dei quali è destinato ad essere utilizzato – con modalità che saranno oggetto di una specifica convenzione col Comune di Massarosa – come sala convegni, foresteria e centro visite, oltre ad un’area che consentirà di ospitare temporaneamente mostre, esposizioni artistiche ed altre attività culturali. La solida struttura de “La Brilla”, testimonianza di un’attività che fino a pochi decenni fa dava lavoro alle popolazioni del luogo, sembra contrastare ancora oggi con il territorio paludoso che la circonda.\r\n\r\nIl Sindaco di Massarosa, Franco Mungai, ha ringraziato l’Ente Parco per l’intervento realizzato presso l’antico opificio, il cui valore storico, anche sotto il profilo dell’archeologia industriale, è ormai consolidato. «L’eccezionale recupero dell’immobile, al quale Massarosa è molto affezionata, non solo per trascorsi di carattere storico, riqualifica tutta l’area e costituisce anche una nuova occasione di accesso al Parco stesso. Momenti per utilizzare il fabbricato come quelli programmati in via eccezionale per i prossimi giorni e le settimane a venire, hanno l’obiettivo di iniziare a far conoscere la struttura e il nostro territorio nel suo complesso anche ad una platea sempre più ampia. Tra l’altro in occasione di alcune riprese della trasmissione della RAI “Bell’Italia”, è nostra intenzione anche coinvolgere tale area e valorizzare i prodotti tipici locali.»\r\n\r\nMarco Baldocchi della società ON-WEB, che con l’associazione Città Infinite promuove il convegno “Smart Governance: P.A. e Prosumer – il dialogo è possibile?”, è intervenuto per presentare l’iniziativa, prevista per giovedì 26 settembre, dedicata a tutti coloro che, con l’intento di vivere in città più sensibili ai bisogni della cittadinanza, vogliono rendersi parte attiva in tale contesto, impegnandosi in progetti di pubblica utilità. Esperti di comunicazione e rappresentanti della pubblica amministrazione affronteranno, insieme ai cittadini che vorranno intervenire, argomenti quali l’utilizzo dei social network – sia quelli più centrate sull’utilizzo dei immagini come Pinterest e Flickr, sia le piattaforme più diffuse come Facebook o Twitter etc. – e degli strumenti digitali necessari per assicurare trasparenza ed coinvolgimento, siano questi bilancio aperto o attività di promozione culturale-turistico o di ascolto dei bisogni dei cittadini.\r\n«Il convegno, anche grazie alla partecipazione di alcuni enti che si sono distinti in tale ambito, come i Comuni di Torino e Bologna, vere perle in Italia per le loro iniziative, intende far comprendere quali siano gli strumenti della comunicazione digitale a disposizione dalla pubblica amministrazione per ascoltare i bisogni e i pareri dei cittadini – spiega Baldocchi: – cerchiamo, in sintesi, di indicare una possibile strada da percorrere per raggiungere tali finalità, spiegando allo stesso tempo quali siano gli usi corretti di tali canali per avere una comunicazione davvero “biunivoca”. L’idea che vogliamo proporre in occasione del convegno è quella di una piattaforma per permettere ad alcuni comuni selezionati di instaurare un rapporto più vicino al cittadino, con un filo conduttore unico e durevole nel tempo: il punto di partenza per mettere in rete intenti e buone pratiche.»\r\n\r\nFranca Severini, della casa editrice Zona Franca, ha infine presentato la giornata “Olio Officina Anteprima: la zona franca dell’olio” che si terrà a La Brilla il 29 settembre 2013: un’intera domenica dedicata alla valorizzazione dell’olio extra vergine di oliva, organizzata insieme a Olio Officina Food Festival e a Città Infinite. Non mancheranno, nel corso dell’evento, occasioni di confronto su temi portanti come l’analisi sensoriale degli oli, l’uso dell’olio in cucina, la capacità di comunicarlo correttamente ai consumatori, e momenti ludici dedicate ai bambini, che potranno apprendere l’ “arte dell’assaggio” e scoprire occasioni per imparare giocando con l’olio. Di spicco gli ospiti attesi, tra i quali il grande maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi, in compagnia dello scrittore Nicola Dal Falco e della scrittrice Daniela Marcheschi; sarà presentato anche in anteprima assoluta il libro “Libero Olio in libero Stato” dell’oleologo Luigi Caricato, organizzatore dell’evento insieme a Franca Severini e all’associazione Città Infinite.\r\n«L’evento consisterà in una giornata dedicata alla cultura dell’olio e alle buone pratiche ad esso correlate: un’anteprima della manifestazione “Olio Officina Food Festival”, in programma a Milano alla fine del mese di gennaio del prossimo anno, che vuole collegare il territorio con una vetrina importante capace di attrarre interessi da tutta Italia e non solo: insieme a Città Infinite, Zona Franca – editore del volume “Libero Olio in libero Stato”, che sarà presentato nel corso della giornata – da Massarosa ci sposteremo poi, non solo idealmente, a Milano, per portare le eccellenze del territorio in materia di cultura gastronomica e tutto ciò che è collegato alla valorizzazione delle tipicità e delle risorse dei nostri luoghi.»\r\nIl tutto con un’attenzione particolare per ospiti che, grazie alla regia di Luigi Caricato, ideatore e direttore di “Olio Officina Food Festival”, interverranno nel corso della giornata: «L’iniziativa del 29 settembre vuol essere un saluto all’olivagione 2013, per dare il benvenuto ad una stagione che si preannuncia come positiva: un grande evento che intende anche annunciare il desiderio di una svolta, in un momento critico per i consumi nel quale gli utenti sono portati a preferire gli oli a basso prezzo a quelli di buona qualità. Con la scelta di un’area significativa come la Toscana vogliamo dunque anticipare alcuni dei temi di nostro maggiore interesse, con un programma è costruito per dare spazio a più personaggi, tra i quali appunto Gualtiero Marchesi e Daniela Marcheschi, autori della doppia prefazione del volume “Libero Olio in libero Stato”, che testimonia come oggi l’olio sia davvero diventato un prodotto alla portata di tutte le famiglie.»\r\n\r\nFonte: Ente Parco

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here