Home Eventi e News Per Roberto Leydi 6 e 7 aprile Bologna

Per Roberto Leydi 6 e 7 aprile Bologna

132
SHARE
Per ricordare l’ etnomusicologo Roberto Leydi, scomparso dieci anni fa, due giornate di laboratori, interventi, e concerti .

\r\n

Sabato 6 aprile alla Scuola popolare di musica Ivan Illich di via Giuriolo, 7 dalle ore 10 laboratorio di musiche  cretesi; ore 18 proiezione del documentario di Aurelio Citelli “Roberto Leydi: l’altra musica” con la presenza dell’autore e di amici e collaboratori;

\r\n

Domenica 7 aprile dalle ore 18 presso l’Associazione  Menomale, via de’ Pepoli 1/a,  concerto di Mala Agapi (musiche dalla Grecìa salentina) i Suonatori della Valle del Savena (Balli dell’Appennino) e Stelios, Leonidas e Hara Lainakis da Creta.

\r\n

Roberto Leydi (Ivrea 1928 – Milano 2003), docente dal 1973 di etnomusicologia al DAMS di Bologna, è stato per alcuni decenni il faro e il motore degli studi sulla musica popolare italiana ed europea. Ha pubblicato saggi, ha organizzato incontri e concerti in tutta la penisola, ha promosso iniziative editoriali e discografiche, ha coordinato ricerche sul campo e formato più di uno studioso.

\r\n

Tra gli innumerevoli artisti a lui vicini spicca il nome di Stelios Lainakis, magistrale suonatore di lauto e bouzouki, che Leydi affiancò per vent’anni nelle ricerce sulla musica popolare di Creta e di cui presentò in Italia alcuni memorabili concerti (uno anche al Teatro Comunale di Bologna nel 1978). Lainakis è in questi giorni a Bologna proprio per ricordare il fraterno amico; accompagnato dal suo gruppo (che include anche i figli Xara e Leonidas) e dai Suonatori Valle del Savena, sarà la vedette del concerto del 7 aprile.

\r\n

Prima del concerto, alle ore 18, è previsto un “aperitivo cretese”, con mostra fotografica e proiezioni video sul lavoro di Leydi e sulle ricerche etnomusicali nell’isola di Creta.

\r\nL’evento è organizzato da Etnostudi, la Barberia, Associazione Charchalis dei musicisti di Chanià (Creta), Associazione Menomale, Scuola Popolare di Musica Ivan Illich.\r\n\r\nFonte: La Barberia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here