Home Ambiente Cadavere di lupo esposto in piazza

Cadavere di lupo esposto in piazza

133
SHARE

Il WWF condanna fermamente quanto accaduto oggi a Roccalbegna con l’uccisione e la esposizione in piazza di un esemplare di lupo o presunto lupo, un oltraggio al buon senso e un ennesimo atto di illegalità come troppi continuano ad essercene in tutto il nostro paese. Un simile atto dimostra come ancora oggi non si riescano a superare quei retaggi culturali vecchi di secoli che portano ancora oggi a demonizzare il lupo, una specie protetta, come il male e a trasformarlo nel capro espiatorio per una situazione difficile che l’attività zootecnica e l’agricoltura in generale si trova ad affrontare per la mancanza di politiche di settore chiare e che tutelino e valorizzino i nostri prodotti, ma non è certo il lupo il responsabile di difficoltà dell’allevamento ovino che hanno ben altre responsabilità.\r\n\r\n \r\n\r\nI danni da predatore sono rimborsati, negli ultimi anni ,l’amministrazione provinciale di Grosseto si è anche con grandi sforzi mossa per facilitare la convivenza tra il lupo e l’allevamento zootecnico, anche promuovendo quelle utili analisi che stanno evidenziando come il vero problema non sia il lupo ma spesso, tropo spesso, una cattiva o mancanza di gestione di quegli stessi animali che dovrebbero proteggere gli armenti al pascolo o la mancanza di qualsiasi precauzione nell’allevamento come l’uso di misure protettive che possano facilitare la coesistenza con questi predatori.\r\n\r\n \r\n\r\nIl WWF chiede alle autorità di Polizia di procedere con particolare attenzione alle analisi e alle indagini su questa triste vicenda per trovare i responsabili di questo ennesimo atto di bracconaggio e consentire alle autorità giudiziarie di fare il loro corso.\r\n\r\n \r\n\r\nIl WWF proprio perché partner del progetto LIFE Ibriwolf è ancora più amareggiato da questo ennesimo atto di illegalità firmato da mani che a dire poco si possono definire stupide. Tutto ciò rischia di vanificare l’impegno e gli sforzi congiunti che si stanno portando avanti in Provincia di Grosseto per dare una mano alle attività zootecniche e contenere i problemi dei conflitti con il lupo, predazioni che però non si possono e non si devono risolvere con una schioppettata ma con quegli strumenti disponibili e politiche di settore serie e responsabili. Usciamo dalla cieca volontà di non vedere la realtà dei fatti, dove a causa di politiche comunitarie perdenti le frustrazioni di un settore allo sbando si riversano sui nostri grandi carnivori, sempre più spesso vittime di preconcetti e pregiudizi che li condannano senza volere porre con serietà l’attenzione su cause ben lontane.\r\n\r\n \r\n

Marcello Demi

\r\nPresidente  WWF Toscana

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here