Home Cinema Warm Bodies pronto per il Cinema

Warm Bodies pronto per il Cinema

137
SHARE
Arriverà in Italia il 7 febbraio, distribuito da Key Films, il film Warm Bodies di Jonathan Levine, tratto dall’omonimo romanzo di Isaac Marion, bestseller con un milione di copie vendute in quasi venti Paesi. Interpreti del film sono una coppia di nuove star, Nicholas Hoult (About a boy, X-Men – L’inizio e A Single Man) e Teresa Palmer (L’apprendista stregone, Sono il numero 4), affiancati da un cast di giovani promesse (da Dave Franco a Analeigh Tipton) e da John Malkovich. Fazi Editore ha portato in libreria una nuova edizione del romanzo. \r\n\r\nLa storia rende omaggio a Shakespeare ma anche ai grandi capolavori horror degli anni ’70. Divertente, dark, forte di una scrittura acuminata e intelligente, Warm Bodies esplora cosa accade quando il freddo cuore di uno zombie viene tentato dal calore dell’amore umano.\r\n\r\nR è uno zombie in  piena crisi esistenziale, non ha ricordi, identità né tanto meno battito cardiaco, eppure è diverso dai suoi compagni Morti. Per sopravvivere ha bisogno di nutrirsi di esseri umani ma preferisce di gran lunga lasciarsi trasportare su e giù dalle scale mobili di un aeroporto abbandonato, ascoltare Sinatra nell’accogliente 747 che chiama casa e collezionare quel che resta dalle rovine della civiltà.\r\n\r\nLa sua capacità di comunicare con il mondo è ridotta a poche stentate sillabe, ma dentro di lui sopravvive un intero universo di emozioni. Un giorno, mentre ne divora il cervello, R assapora i ricordi del giovane Perry e la sua intera esistenza viene sconvolta. R intreccia una relazione con la ragazza della sua vittima, Julie, ed ogni momento passato con lei è un’iniezione di vita: il suo corpo inizia a cambiare, la sua mente torna a trattenere i ricordi, il suo cuore a provare amore.\r\n\r\nMa l’amore tra uno zombie e una ragazza può essere la cura per un mondo devastato da guerre, desolazione e morte?\r\n\r\n«Non avrei mai immaginato di potermi affezionare tanto a uno zombie». Stephenie Meyer\r\n\r\n«Marion è un autore disarmante, forte di un amaro senso dell’umorismo e di una scrittura vivida e cinematografica. Questo romanzo sugli zombie ha davvero un cuore». The Guardian\r\n\r\n«Warm Bodies è un libro meraviglioso, scritto con grande eleganza, toccante e divertente». Audrey Niffenegger, autrice de La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo\r\n\r\n«Warm Bodies è una sarcastica e visionaria metafora del nostro mondo, del moderno paesaggio geografico e umano: non troppo diverso da quello vissuto da Kerouac e dai Ginsberg». ttL –  La Stampa\r\n\r\n«Isaac Marion ha rivisitato con maestria il genere degli zombie, avvolgendolo di una patina divertente e insieme romantica». Il Messaggero\r\n\r\nIsaac Marion è nato a Seattle nel 1981 e vive lì da sempre. Ha svolto decine di lavori fino a quando un suo racconto, I am a zombie filled with love, non è diventato la short story più cliccata d’America dando vita, circa un anno dopo, a  Warm Bodies. Personaggio eclettico, Marion divide il suo tempo tra la scrittura, suonare strani strumenti nella sua band, ed esplorare il paese nel suo camper GMC del 1977 (www.burningbuilding.com è il sito su cui si possono seguire le sue evoluzioni artistiche).\r\n\r\nFonte: Fazi Editore\r\n\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here