Home Interviste Emanuele Barbati, l’intervista

Emanuele Barbati, l’intervista

96
SHARE

Da pochi giorni in vendita su I-tunes e nei principali negozi digitali il nuovo lavoro di Emanuele Barbati, anticipato dal singolo Defaillance attualmente in rotazione radiofonica.\r\n\r\nPer sapere di più di questo eclettico cantautore l’abbiamo incontrato per voi. Ecco cosa ci siamo detti.\r\n\r\n \r\n\r\nChi è Emanuele Barbati?\r\n\r\nEmanuele Barbati è uno che scrive e canta le proprie passioni, sensazioni e vita.\r\n\r\nHo imparato ad esprimermi con la musica fin da bambino ed ho scelto questa via di comunicazione come preferenziale. Ho studiato chitarra, pianoforte e musicologia per perfezionare questo linguaggio e conoscerlo al meglio, ma la cosa principale è che nella musica ritrovo la parte più onesta di me, quindi spesso per sapere chi sono dovrei farlo suonando.\r\n\r\nLa tua terra d’origine è una terra splendida. Quanto c’è della Puglia nella tua musica?\r\n\r\nLa mia terra è splendida quanto contraddittoria, spesso c’è un clima bellissimo e dei paesaggi incantevoli ma anche la deturpazione più scellerata di interi territori. Della mia terra nelle mie canzoni forse c’è proprio questa contraddizione, non è difficile trovare una ma canzone con una musica solare ed un testo di un’amore in crisi!\r\n\r\n La produzione artistica del tuo album è affidato ad una firma importante per il panorama musicale italiano, cosa ha apportato al tuo lavoro questa collaborazione?\r\n\r\nSimone Bertolotti è un giovane e bravissimo produttore artistico, ha saputo arricchire come fa un buon sarto con ottimi vestiti i miei brani. Ci siamo confrontati spesso e spesso ha colto, prima di me, il giusto mood del brano. Una collaborazione che sicuramente m’ha dato tanto.\r\n\r\nDa quali stili musicali ti lasci contaminare volentieri?\r\n\r\nIo amo ascoltare i cantautori americani Bob Dylan, Elliot Smith, Ben Harper, poi sono particolarmente legato al punkrock e allo ska che hanno segnato tutta la mia adolescenza.\r\n\r\nIl tuo lavoro s’intitola “Sulla stessa via”. Qual è la tua via?\r\n\r\nSinceramente non lo so, so che c’è una meta segnata su una mappa, la via si apre sotto i piedi man mano che la percorro, a volte mi sembra giusta, altre sbagliata, mi porto dietro la chitarra ed una bussola così chi mi vuole bene sta sicuro che non mi perdo\r\n\r\nCosa ci possiamo aspettare da te nel prossimo futuro? Quali sono i tuoi progetti?\r\n\r\nStiamo lavorando alla promozione del singolo “Defaillance” del quale vi invito a vedere il video ufficiale e stiamo allestendo un calendario di concerti e show case per la presentazione di “sulla stessa via”\r\n\r\nIntervista di: Cinzia Ciarmatori\r\n\r\n \r\n\r\n 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here