Home Ambiente Tragica morte per la giraffa del circo. La parola ai Medici Veterinari...

Tragica morte per la giraffa del circo. La parola ai Medici Veterinari esperti in Animali Esotici e Selvatici

120
SHARE

Cattura precipitosa, animale sedato in condizioni di stress. Molte incognite sulla fuga e sulla gestione post-mortem. L’animale incenerito a tempo record.\r\nSi poteva persino evitare di anestetizzare l’animale, un intervento particolarmente complesso per una giraffa a detta di tutti i massimi esperti mondiali. “La cattura e la contenzione farmacologica di una giraffa- spiega il Presidente della Società Italiana Veterinari per Animali Esotici (SIVAE- Federata ANMVI) Marco Bedin– è una procedura molto particolare e altamente specialistica sia per la sua anatomia che per la sua fisiologia. Pochi in Italia, hanno le competenze professionali per anestetizzare questo animale, per lo più in simili condizioni. L’impiego di un anestetico e la gestione anestesiologica in un simile animale richiedono competenze specifiche, nel dosaggio, nel posizionamento del collo dell’animale e nella sorveglianza costante una volta addormentato. E invece le autorità competenti si sono ritrovate a gestire l’emergenza senza un esperto”.\r\nPer i medici veterinari della SIVAE l’anestesia si poteva addirittura evitare, a favore di un contenimento dell’animale, ad esempio nell’area del parcheggio dove impedire la fuga e al tempo stesso abbassare lo stress causato dall’inseguimento e dall’ambiente urbano. L’animale è stato invece sedato in condizioni di elevato stress, di per sé pregiudizievoli.\r\nI medici veterinari della SIVAE assicurano la massima attenzione sulla vicenda, della quale restano da chiarire molti aspetti, dalla fuga all’alba a poche ore dall’arrivo nel Circo fino ai tempi record di incenerimento, senza che alcun perito tecnico abbia potuto assistere all’autopsia.\r\nLa vicenda di Imola- conclude Bedin- è una storia di sottovalutazione delle competenze necessarie- tanto più in emergenza- quando si ha a che fare con animali esotici. Gli esperti ci sono ed erano a disposizione per evitare l’evitabile. E invece non hanno potuto fare altro che constatare l’avvenuto incenerimento”.\r\n\r\nFonte: SIVAE\r\n\r\nFoto: flickr http://www.flickr.com/photos/pgpalmer_au/7862038032/sizes/l/in/photostream/

1 COMMENT

  1. Vediamo però anche di fare realmente luce su chi (se esiste) ha causato la fuga dell’animale…poi sostenitore pieno dell’incompetenza della veterinaqria pèubblica italiana su animali non convenzionali e sulla pessima gestione dell’accaduto…ma è ora che anche SIVAE si schieri decisamente contro le (in questo caso ipotetiche) azioni degli animalisti contro la detenzione di animali esotici…visto che finora solo i comunicati stampa delle associazioni animaliste ottngono la pubblicazione sulla stampa nazionale…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here