Home Eventi e News La Versiliana batte la crisi e vince la sfida della difficile...

La Versiliana batte la crisi e vince la sfida della difficile stagione 2012.

72
SHARE

Una stagione turistica segnata da un calo di presenze attestato attorno al 10-12% da Confesercenti Toscana, ma che non tocca la Versiliana che invece regge sia sul piano delle presenze (quasi 92.000 presenze complessive tra luglio e agosto), sia sui numeri del botteghino superando di oltre 80.000 Euro la previsione di incasso. \r\n\r\n \r\n\r\nCala il sipario sull’edizione 2012 del Festival La Versiliana e per la Fondazione presieduta da Dianora Poletti è tempo di bilanci: quasi 22.000 (21.846  il numero esatto)  gli spettatori che nel teatro all’aperto sotto i pini cari a D’Annunzio hanno assistito alle 33 serate di spettacolo del cartellone firmato dal direttore artistico Luca Lazzareschi, oltre 40.000 le presenze agli incontri al Caffè e circa 30.000 per le attività dedicate ai bambini coordinate da Massimo Pasquini.\r\n\r\nDue i SOLD-OUT che il Festival ha registrato per i concerti di Renzo Arbore e Paolo Conte ed un grande successo hanno raccolto i concerti di Roberto Vecchioni, Giovanni Allevi, Mannarino e PFM con oltre 1.000 spettatori in sala a cui si affianca  i più che lusinghiero risultato di Bobo Rondelli con i Gatti Mezzi che hanno avvicinato alla Versiliana un pubblico particolarmente giovane;\r\n\r\nUn risultato che nella situazione generale in cui versa il settore del turismo e dello spettacolo appare come un vero e proprio miracolo e premia le scelte della Fondazione La Versiliana, sostenute dal Comune di Pietrasanta e dalla Banca della Versilia Lunigiana e Garfagnana, con il prezioso contributo anche della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e chiude un’edizione – quella numero trentatré – con numeri confortanti sia in termini di presenze che di incasso a dispetto della crisi.\r\n\r\nIncasso pari a 656.044,00 Euro per gli spettacoli a teatro, che supera di oltre 80.000 Euro la previsione che il Consiglio di Gestione della Fondazione presieduto da Dianora Poletti aveva iscritto a bilancio, prudenzialmente, consapevole di confrontarsi con una difficile situazione generale del paese ed in particolare del settore del turismo e dello spettacolo dal vivo.\r\n\r\nIn questo contesto la Fondazione ha ridotto l’investimento sugli spettacoli in scena, senza sacrificare né il numero, né tantomeno la qualità, portando sul palcoscenico, grazie al prezioso lavoro del direttore artistico Luca Lazzareschi, i più grandi attori della scena italiana, le più grandi compagnie di danza italiane ed internazionali, big e nuovi ma già affermati talenti della musica italiana e star internazionali come Richard Galliano, Silvye Guillem e Nigel Kennedy, l’operetta e i musical più amati offrendo così una proposta coraggiosa e multigenere che ha saputo interpretare e soddisfare i gusti eterogenei del pubblico.  Da segnalare anche l’ottima la risposta da parte del pubblico e dei media per Bye Baby Suite, omaggio a Marilyn Monroe nel giorno anniversario a 50 anni dalla morte della diva, con Alessia Innocenti che la Versiliana ha portato fuori dai confini del parco, nel centro Storico della città grazie alla collaborazione dell’Albergo Pietrasanta.\r\n\r\n \r\n\r\nPer fronteggiare la crisi la Fondazione ha adottato una politica di contenimento dei prezzi dei biglietti (un posto in tribuna si poteva acquistare già con 10 Euro e fino a un massimo di 40 euro per gli spettacoli più esclusivi  – Paolo Conte e Silvie Guillem) ed offrendo gratuitamente, oltre che come da consuetudine gli incontri al Caffè anche le attività dedicate ai bambini ( il biglietto a un prezzo quasi simbolico di 4 Euro si pagava soltanto per gli spettacoli) e – come già avviato lo scorso anno –  le visite guidate nel Parco di IterNatura.\r\n\r\nNessuno spettacolo in questa stagione è stato annullato: un aspetto, che può sembrare scontato, ma che la Fondazione sottolinea con soddisfazione, visto che questo accadeva troppo spesso in passato ed anche in periodi meno rischiosi, comportando una perdita di credibilità ed un danno di immagine alla Versiliana.\r\n\r\n \r\n\r\nCon coraggio la Fondazione ha mantenuto nel mese di luglio i 12 spettacoli programmati, inserendo nel cartellone anche il teatro di narrazione –  da diversi anni assente dalla programmazione della Versiliana –  per diversificare ancor più la proposta e recuperare quella sezione di pubblico che non avrebbe trovato in Versilia questo genere di intrattenimento culturale. A sostegno della frequentazione della Versiliana nel mese di luglio la Fondazione ha programmato come assoluta novità gli incontri al Caffè dedicati al Cinema.\r\n\r\n \r\n\r\nIL CAFFE’ DE LA VERSILIANA \r\n\r\nL’edizione 2012 del Caffè de La Versiliana è certamente stata segnata dalla dolorosa scomparsa di Romano Battaglia, anima e mente del salotto culturale all’ombra della pineta cara a D’Annunzio diventato sotto la sua guida imperdibile appuntamento estivo di riferimento culturale del Paese. Allo storico Patron del Caffè, che per oltre trent’anni ha condotto con il suo inconfondibile stile gli incontri con i più grandi, la Fondazione ha voluto rendere omaggio con uno speciale incontro dedicato al suo ricordo ad un mese dalla scomparsa e con l’intitolazione dello spazio del Caffè, un gesto per portare a futura memoria il grande patrimonio culturale che Romano Battaglia ha saputo accrescere dal suo palcoscenico e che oggi ha lasciato in eredità alla Fondazione.\r\n\r\nNonostante questa dolorosa perdita il Caffè de La Versiliana ha proseguito il suo cammino di successi e registrato importanti numeri con oltre 40.000 presenze per i 55 incontri pomeridiani che hanno visto salire sul palco 131 ospiti, illustri esponenti del mondo del cinema, dello spettacolo, del giornalismo, della letteratura, della politica, della scienza, della medicina e della gastronomia. Equilibrato, partecipato, dai contenuti sempre interessanti e coinvolgenti il Caffè de La Versiliana 2012 ha accolto al suo interno alcune novità importanti.\r\n\r\nPrima tra tutti la fortunatissima rubrica dedicata al Cinema e curata da Walter Veltroni nell’insolita veste di conduttore, un ciclo di 5 incontri che ha portato sul palco i più grandi nomi della settima arte: da Piefrancesco Favino, a Giuseppe Tornatore, da Ettore Scola a Carlo Verdone, appuntamento  quest’ultimo insieme a quello con Stefania Sandrelli che ha toccato punte di circa 1.000 presenze. Appuntamenti seguitissimi e attesissimi anche da un pubblico che generalmente non frequentava il Caffè.\r\n\r\nAltra apprezzata novità la rubrica di letteratura curata dal giovane ma già affermato scrittore Fabio Genovesi, versiliese doc che ha portato al Caffè una vera e propria ventata d’aria fresca con il suo stile ironico e giovane che ha saputo attrarre l’attenzione di un pubblico rinnovato.\r\n\r\nInteressante e molto seguita la rubrica “i Sindaci e la Crisi” condotta da Giovanni Toti con i Sindaci di Palermo Leoluca Olrando e di Torino Piero Fassino, rubrica condotta in parte anche da Luca Telese il Sindaco di Genova Marco Doria sul palco insieme al governatore della Toscana Enrico Rossi.\r\n\r\nSeguiti e apprezzati anche gli incontri più “golosi” della stagione, dedicati ai sapori della tavola, condotti da Claudio Sottili  conduttore anche della rubrica dedicata alla salute e al benessere, che ha avuto tra i suoi ospiti Pupo, Massimo Fini, Wilma de Angelis, Cristiano Militello.\r\n\r\nStraordinario successo di pubblico anche per l’incontro con Massimo Gramellini, condotto da Adriano Fabris che al Caffè de La Versiliana ha condotto due puntate sul tema dell’Amore. Il Caffè della Versiliana ha ospitato inoltre un ciclo di 4 incontri condotti da Fabrizio Diolaiuti  in collaborazione con il Festival della Salute, preludio della grande kermesse che quest’anno si svolgerà per la prima volta a Pietrasanta. Agli spettatori presenti in sala allo spazio caffè si aggiungono anche quelli che da casa hanno avuto la possibilità di seguire gli incontri trasmessi da numerose emittenti private dislocate in più regioni.\r\n\r\n \r\n\r\nI CAFFE’ SERALI: dopo il successo raccolto lo scorso anno, la Fondazione ha voluto replicare alcuni appuntamenti in edizione serale, cogliendo l’occasione delle pause dell’attività del teatro. 4 sono stati gli incontri (30 luglio l’incontro in collaborazione con la Fondazione Lelio Luttazzi, il 31 luglio l’arte raccontata da Flavio Caroli, il 1 agosto un caffè musicale in apertura del convegno sulla Cooperazione Sanitaria in Palestina e il 29  agosto l’omaggio agli artigiani di Pietrasanta).\r\n\r\n \r\n\r\nFORTE INCONTRA – Il Caffè della Versiliana a Villa Bertelli: replicando il grande successo riscosso lo scorso anno e rinnovando la sinergia con il Comune di Forte dei Marmi la Fondazione ha realizzato nell’elegante cornice di Villa Bertelli  9 Incontri al Caffè in edizione serale condotti da Claudio Sottili che hanno registrato un crescente successo di pubblico. Agli incontri di Villa Bertelli hanno partecipato 39 ospiti tra cui Sergio Staino, Oscar Giannino, Lella Costa, Matteo Renzi, Toni Capuozzo a cui si sono aggiunti altri due appuntamenti realizzati in collaborazione con Atorn e dedicati alla ricerca in ambito neurologico, uno dei quali condotto da Fabrizio Diolaiuti per un totale di 11 incontri a cui hanno partecipato complessivamente oltre 5.000 persone.\r\n\r\n \r\n\r\nLA COLLABORAZIONE CON LA FONDAZIONE CANDIDO CANNAVO’ PER LO SPORT: \r\n\r\nProficua sia dal punto di vista culturale che in termini di visibilità la collaborazione avviata dalla Versiliana con la Fondazione Candido Cannavò per lo sport, Gazzetta dello Sport e Rcs Mediagroup. Collaborazione nata dal sodalizio al femminile tra la Presidente della Versiliana Dianora Poletti e Denise Tanzer di RCS,  che ha dato vita, in concomitanza con lo svolgimento delle Olimpiadi, alla mostra Donna è Sport. La mostra allestita nella Villa ha raccontato ai frequentatori della Versiliana in 65 grandi pannelli la storia delle pioniere e delle stelle dello sport in Italia e è stata visitata da migliaia di persone. Oltre alla mostra dalla collaborazione ha preso anche vita un ciclo di 4 appuntamenti al Caffè che hanno visto protagonisti Mabel Bocchi, Federico Grom, Giusy Ferrè e Nada.\r\n\r\n \r\n\r\nLA MOSTRA DI HARRY MARINSKY: allestita negli spazi del Parco, tra gli eleganti viali attorno alla Villa e nella Fabbrica dei Pinoli (che per il secondo anno consecutivo ha ospitato la ricca libreria Mondadori), la mostra pittorica e scultorea di Harry Marinsky ha avuto un’ attrattiva sorprendente grazie all’immediatezza delle sculture e dei dipinti e alla semplicità del messaggio, attirando l’attenzione di adulti e bambini, questi ultimi incuriositi dai particolari giocosi delle sculture. Una piccola “mostra gioiello” che ha ripercorso la straordinaria carriera di uno dei maggiori artisti contemporanei scomparso 5 anni fa,  e che per la prima volta ha raccolto insieme sculture e dipinti dell’artista.\r\n\r\n \r\n\r\nLA VERSILIANA DEI PICCOLI \r\n\r\nUno dei fiori all’occhiello della Versiliana è senza dubbio lo spazio dedicato ai bambini, che ogni giorno ha coinvolto, intrattenuto e divertito centinaia di piccoli visitatori con attività e laboratori oltre che con l’organizzazione di spettacoli e soprattutto con la messa in scena di fiabe a cura di Massimo Pasquini. Per la messa in scena delle cosiddette “fiabe sfacciate” ovvero fiabe completamente autoprodotte dai bambini negli spazi della Versiliana dei Piccoli sotto la guida di esperti, i piccoli attori hanno imparato ad utilizzare la mimica facciale, a muoversi sui ritmi delle danze popolari, a costruire e decorare scenografie a creare costumi di scena, un vero e proprio laboratorio di produzione in miniatura per avvicinare i più piccini al mondo magico e incantato del teatro. Secondo Massimo Pasquini la fiaba è il genere che più si adatta all’improvvisazione e alla creatività: trasmessa oralmente, la fiaba della tradizione popolare come in un telefono senza fili si arricchisce sempre di nuovi particolari;  così anche alla Versiliana dei Piccoli ogni fiaba sfacciata messa in scena è divenuta un episodio unico e irripetibile. “L’invenzione continua – dichiara Massimo Pasquini – è la cosa più forte, più coraggiosa che possiamo fare se ci permettiamo di dire che “stiamo raccontando una fiaba”. Complessivamente e in contemporanea ai laboratori attivi ogni giorno, sono state messe in scena 11 Fiabe sfacciate, a cui si sono aggiunti 7 spettacoli con compagnie ospiti che nell’ambito della collaborazione con il Comune di Forte dei Marmi, hanno proposto altrettanti spettacoli  anche presso la Pineta Pizzo del Giannino a Forte dei Marmi in orario serale.\r\n\r\nEccellente quindi il risultato della Versiliana dei Piccoli frequentata da circa 30.000 persone tra adulti e piccini, coinvolti nelle diverse attività tra cui anche l’intreccio dei fili al telaio, il laboratorio di pittura con Galatea Versilia, il laboratorio di sartoria, gli angoli della lettura e il successo del martedì con il SuperE’nellOrto”, gioco a premi con l’estrazione degli ortaggi nell’Orto Novello dei bambini.  Da segnalare il laboratorio di mosaico tenuto dall’artigiano pietrasantino Piero Giannoni, che ha insegnato ai più piccoli ad utilizzare tessere colorate e colla, realizzando quasi 2.000 piccole opere d’arte.\r\n\r\n \r\n\r\nITERNATURA – i percorsi naturalistici guidati nel Parco della Versiliana\r\n\r\nAnche l’edizione 2012 di ITER Natura, nonostante il calo di presenze turistiche di cui ha risentito tutta la Versilia ha riscontrato un notevole incremento di visitatori. L’iniziativa, curata con passione e dedizione dalla guida ambientale Francesca Mazzei, ha riscosso positivi apprezzamenti e successo di partecipazione, sia da parte di giovani e giovanissimi, sia di adulti. Nelle visite condotte nei giorni di martedì e giovedì dal 10 luglio al 28 agosto, l’ultima uscita si terrà il 30 c.m. ha visto un incremento di pubblico, con una media durante il mese di luglio di 15 persone, mentre nel mese di agosto le presenze si sono attestate su una media di circa 20 persone e nella settimana di ferragosto si è andati oltre il tutto esaurito. In totale si registra la partecipazione ad ITER Natura di circa 280 persone.\r\n\r\nPromozione e Comunicazione: anticipata, efficace, costante, quotidiana e di grande visibilità l’attività di promozione del cartellone della Versiliana con una campagna pubblicitaria pluriregionale, una capillare distribuzione di materiale promozionale effettuata su tutto il territorio della Versilia. La campagna di comunicazione ha compreso anche l’istallazione di totem che La Fondazione ha realizzato promuovendo congiuntamente anche il Festival Pietrasanta in Concerto, e la personalizzazione degli INFOTOUCH un servizio informativo per il turista e il cittadino attivo 24h/24 attraverso totem multimediali dislocati sul territorio della Versilia.\r\n\r\nRicchissima e qualificata la rassegna stampa che la Versiliana ha collezionato per il lancio e nel periodo di svolgimento del Festival. Quotidiani nazionali dal Corriere della Sera a Repubblica, al Tempo, il Messaggero, Il Giornale, La Stampa, L’Unità, Il Fatto Quotidiano e tutti i maggiori quotidiani regionali e locali dalla Gazzetta del Sud all’Eco di Bergamo, QN, Il Mattino, con una particolare attenzione da parte della Gazzetta di Parma e il Secolo XIX, oltre ai periodici trimestrali e mensili sia specializzati che generalisti e ai settimanali a tiratura nazionale (settimanali come Diva&Donna, Anna, Famiglia Cristiana, Sette, Panorama, L’Espresso, Donna Moderna e mensili come AD, Club3, RollingStone, Yacht&Sail… tanti altri) hanno seguito e segnalato la Versiliana. Importante anche la visibilità ottenuta dal Festival sulle testate on line che hanno amplificato la promozione degli eventi del Festival e le finestre televisive sui Tg Nazionali Rai e Mediaset (che hanno seguito l’apertura del festival e l’evento di Bye Baby Suite oltre che agli incontri al caffè che hanno visto in primo piano la politica), le reti Radio Rai, con interviste passate su Radio1, Radio2 e Radio3; Radio 24 ha proposto ai suoi ascoltatori diversi appuntamenti in cartellone alla Versiliana attraverso interviste e servizi così come numerose radio private a diffusione nazionale e regionale (Radio popolare, Radio Toscana, Radio Svizzera Italiana…). Un particolare ringraziamento va alle testate locali e regionali della Toscana (Il Tirreno, La Nazione, La Repubblica di Firenze, Il Corriere Fiorentino, Il Giornale della Toscana, Noi Tv e Rete Versilia La Gazzetta di Viareggio, Radio Massarosa Sound) che hanno seguito puntualmente e con attenzione tutti i numerosissimi eventi programmati realizzando anche di volta in volta ampie interviste ai protagonisti del Festival.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nVERSO IL 2013: \r\n\r\nL’attività della Fondazione non si conclude e anzi riparte di slancio già dal mese di settembre, non solo con l’organizzazione due grandi concerti Antonella Ruggiero sabato 8 settembre e Franco Battiato domenica  9 settembre nell’ambito della grande kermesse, giunta alla III edizione, per festeggiare il compleanno de “Il Fatto Quotidiano”, ma anche coadiuvando i ragazzi di “SpreadPark” nell’organizzazione del 1° Festival Giovani &Lavoro intensa giornata in programma il 21 settembre dedicata ai giovani e il lavoro che vedrà, tra simulazioni di colloquio, orientamento universitario, job placement anche la partecipazione di Susanna Camusso, a cui seguirà il Festival della Salute Junior dal 25 al 27 settembre.\r\n\r\nIntanto la Fondazione si prepara anche per la grande stagione di prosa invernale con una importante novità sul piano delle sinergie  e per  gli Incontri al Caffè invernali che sulla scorta del successo dello scorso anno, saranno riproposti con carattere itinerante.\r\n\r\nIn vista della stagione estiva del 2013, anno in cui ricorrono i 150 anni dalla nascita di Gabriele D’Annunzio, la Fondazione La Versiliana ha aderito al Comitato per le celebrazioni dannunziane promosso dalla Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, presieduto da Giordano Bruno Guerri, per far parte dei luoghi in cui sarà celebrato il Vate con una serie di eventi che coinvolgeranno tutti i settori di attività della Versiliana.\r\n\r\n \r\n\r\n“Le numerose e qualificate attività della Versiliana appena trascorse e quelle in programma, attestano la nostra Fondazione come una struttura vitale e qualificata – dichiara la Presidente della Fondazione La VersilianaDianora Poletti –  in grado di avvicendare continuamente programmazione e attuazione  su 12 mesi l’anno. Sarebbe riduttivo pensare alla Fondazione come ad un ente che vive soltanto nel periodo estivo. La Fondazione è piuttosto una struttura in grado di mettersi a disposizione del sistema cultura e di operare in un’area comprensoriale ampia. Le esperienze fortunate al servizio di Pietrasanta in Concerto, di Villa Rospigliosi a Lamporecchio, del Museo di Sarteano con Vernice Progetti che ha dato vita alla mostra di Ivan Theimer, oltre che la sinergia avviata col Comune di Forte dei Marmi per lo spazio di Villa Bertelli, hanno dimostrato quanto la Fondazione La Versiliana sia realmente uno strumento utile per garantire il successo di un evento culturale. E’ stato altresì importante il passaggio alla Fondazione dei punti di informazione turistica di Pietrasanta e di Marina che hanno funzionato anche da punto vendita per i biglietti non solo della Versiliana ma anche per altri eventi, agevolando così gli utenti nell’acquisto”\r\n\r\nFonte: Ufficio Stampa La Versiliana\r\n\r\n\r\n \r\n\r\n 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here