Home Interviste Gianni Sibilla: L’intervista

Gianni Sibilla: L’intervista

87
SHARE

Incontriamo Gianni Sibilla per sapere qualcosa in più sul Master in Comunicazione Musicale.\r\n\r\nIn che modo il Master in comunicazione musicale prepara i giovani a lavorare in questo difficile settore?\r\nUnendo teoria – o, meglio: riflessione culturale; è pur sempre un corso universitario – a laboratori pratici sulle professioni della musica. Il tutto condito da case histories e uno stage finale in un’azienda della musica.\r\n\r\nQuali gli aspetti che vengono messi in evidenza?\r\nCerchiamo di spiegare il sistema musica, nelle sue dinamiche culturali e produttive. Facciamo incontrare e scontare gli studenti con quello succede nel mondo reale, analizzando perché succede. Essere dei professionisti significa sapere e saper fare, e cerchiamo di trasmettere tutto questo.\r\n\r\nCome questo master è collegato al mondo del lavoro?\r\nIl nostro corpo docente è costituito quasi interamente da professionisti del settore – che sono anche ottimi docenti. Abbiamo rapporti consolidati negli anni con aziende che ci inviano testimonial e ci chiamo quando hanno bisogno di stagisti. Ogni anno cerchiamo di coinvolgere le nuove realtà più dinamiche dell’industria musicale. Un master non è un ufficio di collegamento, ma un punte con il mondo del lavoro, e questo ponte noi lo abbiamo costruito mattone dopo mattone.\r\n\r\nChi sono gli insegnanti?\r\nProfessionisti, dicevo, che arrivano da aziende come MTV, Rockol, Sony, BarleyArts : la lista è sul sito. E poi anche artisti come Cristiano Godano e Omar Pedrini, per spiegare agli studenti il punto di vista degli artisti.\r\n\r\nChi vi può accedere?\r\nChiunque abbia un laurea triennale (o chiunque sia laureando e la consegua entro l’anno accademico 2012-2013) o titolo equivalente, come diploma di conservatorio. La condizione fondamentale è la passione per la musica, la volontà di trasformarla in un lavoro.\r\n\r\nDopo dodici anni di attività un piccolo bilancio?\r\nBeh, decisamente positivo, se no non saremo qui a raccontarlo. Oltre 250 e stage più di mille domande di ammissione… Ma al di là dei numeri: faccio il giornalista musicale e, come dico sempre, la più grande soddisfazione è venire contattato quasi quotidianamente da ex studenti che ora sono professionisti e lavorani in uffici stampa, discografia, promoter, media musicali.\r\n\r\nCome e quando iscriversi?\r\nEntro il 15 ottobre, sul sito http://www.unicatt.it/comunicazionemusicale. Lì ci sono tutte le indicazioni. Il 24 e il 25 ottobre ci saranno i colloqui di selezione, per cominciare il 12 di novembre\r\n\r\nIntervista di: Cinzia Ciarmatori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here