Home Arte Fabrizio Mugnaini a Spoleto Arte

Fabrizio Mugnaini a Spoleto Arte

110
SHARE

Patrizio Mugnaini, con la sottile raffinatezza delle sue tele, partecipa alle Mostre di Spoleto Arte, ideate e curate dal Professor Vittorio Sgarbi .\r\nLe opere dell’artista, di origini argentine, saranno esposte dal 30 giugno presso Palazzo Racani Arroni, nel centro storico di Spoleto.\r\nLa produzione artistica di Mugnaini, intensa e vibrante, traccia le ‘ere geologiche della sua anima’. Un percorso ritmato da colori, da luci e da ombre dai contorni spesso decisi. La definizione del tratto pare esaltare la forza dei moti dello spirito e del vissuto intimo, dai quali traggono linfa le sue opere.\r\nNelle tele dell’artista di origini argentine si compie, infatti, un viaggio metaforico oltre il tangibile. Il suo sguardo e il suo pennello s’insinuano negli spazi segreti e intimi dell’essenza simbolica e onirica dell’esistenza. Nel  lato oscuro, ad esempio, le due sagome stilizzate che si tengono per mano sembrano essere un invito alla conciliazione delle due facce dell’uomo: quella spirituale e quella materiale, quella conscia e quella inconscia. In questo senso le tele di Patrizio Mugnaini irradiano energia cosmica.\r\nLa levità materica dei quadri di Patrizio Mugnaini celebrano l’arte all’interno della magnifica cornice storica spoletina di Palazzo Racani Arroni. Le sue opere saranno esposte accanto a quelle di grandi maestri del Novecento, tra cui Fausto Pirandello, Gillo Dorfles e Gaetano Pesce.\r\nL’inaugurazione, aperta al pubblico, è prevista per sabato 30 giugno 2012 alle ore 18.30 alla presenza del curatore, Vittorio Sgarbi e di eminenti personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo.\r\nLe Mostre di Spoleto Arte rappresentano un’occasione imperdibile per incontrare la luce irradiante dell’arte contemporanea, di cui Patrizio Mugnaini è grande interprete.\r\n\r\nChi è  Patrizio Mugnaini?\r\nUno come tanti che cerca di comunicare in una società muta e sorda.\r\n\r\nQuale ruolo ricopre oggi un artista?\r\nDeve essere uno spirito libero\r\n\r\n\r\nChe ruolo ha  l’arte nella società di oggi?\r\nNessun mezzo migliore di sfuggire al mondo, che l’arte; nessun mezzo migliore d’entrare in contatto col mondo, che l’arte (Goethe)\r\n\r\nPrivilegio di pochi o diritto di tutti?\r\nNe privilegio ne diritto ma conoscenza, a patto che si comprenda che ognuno va preso per quel che vale, ma bisogna che qualcosa valga.\r\n\r\nFonte: Daniela Lombardi\r\n\r\n\r\n\r\nMi sa dire il ruolo dell’artista nel contesto della nostra società?\r\nLe rispondo con una poesia di William Blake : Un Rosso petto di Pettirosso in Gabbia\r\nRiempie l’intero Cielo di Rabbia.\r\nUn artista deve muovere lo spettatore, spostarlo, aprirlo, turbarlo, non lasciarlo indifferente.\r\n\r\nCome è cambiata l’arte nel corso del tempo?\r\nIn nulla; il tempo ci dirà chi ha veramente ha valore. Tra 100 anni si ricorderà soltanto quelli veri, i millantatori gli opportunisti saranno dimenticati.\r\n\r\nSi arriva al successo per meriti, conoscenze, fortuna o investendo sulla propria arte?\r\nNon lo so ancora non sono arrivato a nulla.\r\n\r\nCosa si aspetta da questa mostra?\r\nUn confronto con chiunque in buona fede sia disponibile a perdere del tempo a guardare una mia tela.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here