Home Eventi e News Torna Festival Musica sull’Acqua, Lago di Como

Torna Festival Musica sull’Acqua, Lago di Como

46
SHARE

 Festival Musica sull’Acqua\r\n\r\n

VIII edizione\r\n\r\nLago di Como\r\nColico, Varenna, Civate, Calolziocorte\r\n29 giugno-21 luglio 2012\r\n\r\n\r\nSotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica\r\nCon il contributo della Provincia di Lecco e del Comune di Colico\r\ncon il patrocinio di Regione Lombardia\r\nin collaborazione con Istituzione Villa Monastero,\r\nComune di Civate e Fondazione Lavello\r\n\r\n\r\nComunicato stampa\r\n\r\nA Colico, sulle rive del lago di Como, torna anche quest’anno il festival Musica sull’Acqua, manifestazione di musica da camera fra le più significative dell’estate italiana. Il festival, ideato e diretto dal violinista Francesco Senese, giunge alla sua ottava edizione e continua a portare sul lago alcuni tra i più importanti musicisti italiani e stranieri, da Ingrid Fliter a Alexis Cardenas, da Danusha Waskiewicz a Umberto Clerici, da Anton Dressler ad Andrea Rebaudengo, da Zora Zlokar a Andrea Zucco e Patrizio Serino.\r\n\r\nAd aprire il ciclo di concerti, sabato 30 giugno nella splendida Abbazia di Piona, sopra Colico (ore 21), ci sarà la pianista argentina Ingrid Fliter, ormai ospite fissa del festival, che si è così innamorata di questi luoghi, quando ci è arrivata per il festival la prima volta nel 2007 da decidere, nel 2009, di trasferircisi a vivere. Il concerto, tutto dedicato aBeethoven, proporrà la Sonata in sol maggiore Op. 31 n°1, la Sonata in re minore Op. 31 n° 2, detta la “Tempesta”, le 32 Variazioni in do minore WoO80 e la Sonata in fa minore Op. 57, più nota come l’“Appassionata”. Alcuni di questi brani sono stati registrati dalla pianista argentina per EMI Classics in un album uscito da pochi mesi.\r\n\r\nVenerdì 6 luglio, nel bellissimo Chiostro di San Calocero a Civate(ore 21) Andrea Rebaudengo al pianoforte e Danusha Waskiewiczalla viola, proporranno brani di Brahms, Ping e Serino. Il programma, ritagliato sulla sensibilità e duttilità di questi due musicisti, permetterà di ascoltare la genialità dell’opera brahmsiana per viola e pianoforte, accostata alla vivacità creativa di due giovanissimi compositori contemporanei che pensano a questi due strumenti in maniera decisamente non convenzionale.\r\n\r\nDomenica 8 luglio, nella Villa Monastero di Varenna (ore 21) ci saranno ancora Ingrid Fliter, Andrea Rebaudengo e Danusha Waskiewicz che, insieme a Francesco Senese al violino e a Patrizio Serino al violoncello, si esibiranno nella Sonata in la maggiore Op. 47 “Kreutzer” per violino e pianoforte di Beethoven e nel Quartetto in la maggiore Op. 26 per pianoforte, violino, viola e violoncello di Brahms. La Villa, di rappresentanza della provincia di Lecco, ospiterà questa serata nella sua cappella (ora diventata Sala “Enrico Fermi”) e, con due capolavori assoluti, porterà il pubblico in una dimensione di sognante bellezza e tumultuoso rapimento accanto alle acque del lago che bagnano i magnifici giardini di questo luogo magico.\r\n\r\nVenerdì 13 luglio, nella chiesa di Santa Maria del Lavello, a Calolziocorte (ore 21), saranno di scena le celeberrime Variazioni Goldberg di Bachnella trascrizione per trio d’archi di Dmitry Sitkovetsky, con Francesco Senese al violino, Danusha Waskiewicz alla viola e Patrizio Serino al violoncello. Il concerto costituirà un viaggio nel mondo del genio bachiano attraverso una meditazione musicale che trasforma gli animi e i luoghi che ne sono avvolti.\r\n\r\nDomenica 15 luglio si torna a Colico, stavolta al Centro Nautico(ore 21), dove ancora Andrea Rebaudengo e Patrizio Serino, accompagnati dal violinista venezuelano Alexis Cardenas e dal clarinettista russo Anton Dressler, eseguiranno le sonate di Poulenc e Debussy. La serata, a bordo lago sulla magnifica terrazza del Centro Nautico, si trasformerà in un raffinato club jazzistico dove la fantasia improvvisativa dei quattro musicicisti si unirà per una chiusura esplosiva.\r\n\r\nSabato 21 luglio, di nuovo nell’Abbazia di Piona (ore 21) grande concerto di chiusura con Simone Briatore alla viola, Umberto Clerici al violoncello, Yuri Golubev al contrabbasso, Andrea Zucco al fagotto, Zora Slokar al corno e, di nuovo, Alexis Cardenas, Anton Dressler e Francesco Senese. In programma Claude Debussy eFranz Schubert.\r\n\r\nOltre ai concerti, il festival dedica grande spazio alla didattica e anche quest’anno propone gli Ateliers per ragazzi, che saranno accompagnati per una settimana in un percorso percettivo attraverso varie discipline: insieme ai ceramisti Chiara Motterella e Giorgio Senese, lavoreranno con la barbottina (argilla liquefatta) sul gesto e la scoperta delle possibilità espressive della propria mano. Il percussionista francese Christian Guyot, li condurrà invece all’ascolto, alla sonorizzazione e all’improvvisazione attraverso giochi musicali e ritmici, mentre con Tony Lopresti, già capo della compagnia mimica di New York, si concentreranno sulla scoperta del proprio corpo attraverso un percorso di conoscenza del movimento.\r\n\r\nGiovedì 5 luglio, anteprima del concerto a loro dedicato, nella piazza Garibaldi di Colico (ore 18) Lopresti, Guyot e i partecipanti degli Ateliers incontreranno il pubblico per raccontare e far vivere in modo diretto la magica esperienza vissuta insieme di mimo e percussioni, mentre sabato 7 luglio, nell’Abbazia di Piona (21.30) si terrà “Il treno per il paese della musica”, concerto di chiusura dell’atelier con Tony Lopresti, mimo director, e Christian Guyot, music director, e tutti i partecipanti alle due settimane di laboratori.\r\n\r\nDa segnalare poi  l’incontro che aprirà il festival venerdì 29 giugno, nella piazzetta di Via Nazionale a Colico (21.30), con Guido Barbieriche intervisterà Ingrid FliterFrancesco Senese e Anton Dresslermusicisti che insieme a Danusha Waskiewicz stanno sempre più frequentemente collaborando con i giovani della Scuola Sperimentale di Musica “R.Goitre” sviluppando un progetto di grande respiro didattico ed artistico.\r\n\r\nVenerdì 20 luglio, infine, nella piazza Garibaldi di Colico (21.45) va in scena “Notturno all’improvviso”, un assaggio musicale che vuole essere espressione estemporanea dell’intesa musicale e umana sviluppatasi tra i musicisti del Festival in una cornice incantevole e suggestiva  come quella del vecchio porticciolo di Colico.\r\n\r\nIl Festival è realizzato grazie all’importante contributo di Ring Mill, Filca e Unicredit. Media partners anche per questa edizione di Musica sull’Acqua sono Sky Classica, Gazzetta di Lecco, Tele Unica e Radio Bellagio.\r\n\r\nInformazioni:\r\nwww.festivalmusicasullacqua.org

\r\n

Fonte  Davis&Franceschini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here