Home Eventi e News Agostino Tutti contro tutti

Agostino Tutti contro tutti

100
SHARE

Dopo il successo teatrale “Agostino” diventa un film dal titolo: TUTTI CONTRO TUTTI.\r\n\r\nIniziano oggi le riprese di TUTTI CONTRO TUTTI di Rolando Ravello. Il film, prodotto dalla Fandango di Domenico Procacci e distribuito da Warner Bros. Pictures Italia, vede l’esordio alla regia di Rolando Ravello, presente anche come protagonista del film nel ruolo di Agostino. Al suo fianco Kasia Smutniak, nel ruolo di sua moglie Anna e Marco Giallini, nel ruolo del cognato Sergio. Il personaggio del nonno è affidato a Stefano Altieri e partecipano tra gli altri Lorenza Indovina, Valentina Sperlì, Ivano De Matteo.\r\n\r\nIl film è scritto da Rolando Ravello e Massimiliano Bruno, la fotografia è di Paolo Carnera, la scenografia di Alessandro Vannucci e i costumi sono di Sonu Mishra. La colonna sonora è affidata ad Alessandro Mannarino.\r\n\r\nLe riprese si svolgeranno interamente a Roma e termineranno a fine maggio.\r\n\r\nTUTTI CONTRO TUTTI è la storia dell’operaio Agostino che un giorno, tornando nel suo appartamento nella periferia di una grande città, dopo la Prima Comunione del figlio, trova la casa occupata da un’altra famiglia.\r\n\r\nComincia così la sua battaglia personale per riaverla assieme al nonno, alla moglie e ai figli e decide con loro di occupare il pianerottolo.\r\n\r\nLa commedia teatrale è stata rappresentata all’Ambra Jovinelli per più stagioni, al Piccolo Eliseo e nei due Teatri di Cintura romani sempre con grande successo di pubblico e con ottime recensioni.\r\n\r\nRolando Ravello:\r\n\r\nNel 1995 esordisce sul grande schermo come protagonista del film Romanzo di un giovane povero di Ettore Scola, in cui recita accanto ad Alberto Sordi, in concorso al Festival di Venezia. Con Scola interpreta altri tre film, La cena, Concorrenza sleale e Gente di Roma, nei quali veste sempre i panni del ragazzo buono e malinconico. È Alex Infascelli ad affidargli il primo ruolo di cattivo, un serial killer nel thriller Almost Blue tratto dall’omonimo romanzo di Carlo Lucarelli. Nel suo curriculum anche Certi bambini dei fratelli Frazzi, trasposizione dell’omonimo libro di Diego De Silva e Fratella e sorello di Sergio Citti. Per la televisione è Marco Pantani nella miniserie Rai 1 Il pirata di Claudio Bonivento. E’ il protagonista di Terapia d’urto di Giorgio Faletti, regia di Monica Stambrini per la serie Crimini, Rai Due.\r\n\r\nPer Il Pirata e per Terapia d’urto si si aggiudica il premio come miglior attore nella prima edizione del Roma Fiction Festival.\r\n\r\nE’ ancora protagonista del film per la tv Niente di personale di Carlo Lucarelli, per la regia di Ivano De Matteo, in onda su Rai Due.\r\n\r\nSempre per la tv è l’Ispettore Sergio Vitale, protagonista della serie La Nuova Squadra Spaccanapoli, Rai Tre.\r\n\r\nNel 2011 è nel cast del film di Pippo Mezzapesa Il Paese delle Spose Infelici in concorso al Festival del Cinema di Roma.\r\n\r\nIl 2012 vede Rolando Ravello tra i principali interpreti del film Diaz sui fatti di Genova 2001, prodotto da Fandango con la regia di Daniele Vicari.\r\n\r\nIn teatro tra le sue interpretazioni più recenti ‘Calibano’ ne La Tempesta di Andrea De Rosa e Agostino monologo scritto a quattro mani con Massimiliano Bruno per la regia di Lorenzo Gioielli.\r\n\r\nIspirandosi al tema delle abitazioni abusive trattato in Agostino, Ravello ha poi realizzato Via Volontè n 9, un film documentario scritto con Emilio Marrese e prodotto da Fandango.\r\n\r\nIl film si è aggiudicato il Premio per il Miglior Documentario al RIFF (Roma Indipendent Film Festival) nel 2009.\r\n\r\nFonte: UFFICIO STAMPA FANDANGO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here