Home Libri Conosciamo Samantha Carrirolo

Conosciamo Samantha Carrirolo

140
SHARE

Mi presento brevemente…\r\n\r\nMi chiamo Samantha Carrirolo e sono nata il 3 luglio 1988 a Sesto San Giovanni (MI). Da quasi cinqie anni vivo a Pedaso (AP), un piccolo paesino nelle Marche Ho già pubblicato diversi saggi brevi, raccolti insieme ad altri testi in volumi collettivi, riguardanti svariate tematiche (“Suonava una Sirena”, le vecchie fabbriche sestesi, pag.138-141; “Equilibrio Difficile”, Le Passioni Civili e Politiche degli Italiani 1946-1960, in occasione dell’anniversario della Costituzione Italiana, pag.66-68; “E che la Vita è bella e la Guerra la uccide, tematica: La Guerra e la Pace, pag.97; “Lo Scrigno dei Diritti”, I diritti Negati, tema trattato: La Pedofilia, pag.147-149) come premio per aver vinto medaglie d’oro e d’argento in diverse edizioni del Concorso A.N.P.I., indetto dal Comune di Sesto S.G. e al quale hanno partecipato autori di tutto l’hinterland milanese. Oltre alla scrittura ho una forte passione per la fotografia, arte che mi gratifica e per la quale ho vinto un concorso indetto dal sito internet YuuK.it (creato dal Sig. Domenico Mascagna) e il secondo premio di un altro concorso indetto dal Comune di Pedaso per la sponsorizzazione del Lungomare dei Cantautori, da sommarsi alla soddisfazione di aver visto le mie opere esposte per un lungo periodo presso la Galleria D’Arte Marcantoni di Pedaso. Due miei scatti sono stati inoltre pubblicati nella raccolta realizzata per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, progetto Fratelli Comuni, in commercio a livello nazionale (Ed.Pisani).\r\n\r\nDiplomata a pieni voti al Liceo Linguistico I.M.S. Erasmo da Rotterdam di Sesto S.G., parlo e scrivo correttamente in Inglese, Francese e Tedesco. Nel 2007 ho conseguito con ottimi risultati il Zertifikat Deutsch B1 presso il Goethe Institut di Milano. Ho soggiornato in Francia nel 2004 e in Germania nel 2006 per periodi di vacanze studio.\r\n\r\nIl mio carattere dolce e sensibile si riflette nella scrittura che mi permette di compiere un percorso di autoanalisi, scavando a fondo nell’anima ed entrando in sintonia con problematiche comuni.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\nCom’è nata l’idea di scrivere un libro…\r\n\r\nL’idea di scrivere un libro è un’ideale, un sogno, che mi portavo dentro ed inseguivo fin da piccolina… Divoravo libri in pochi giorni ed immaginavo il momento in cui, anche io, sarei arrivata al raggiungimento del mio obiettivo.\r\n\r\nDurante gli anni scolastici ho poi ottenuto numerosi successi grazie al Comune di Sesto San Giovanni che ogni anno premia giovani talentuosi che partecipano al Concorso ANPI… Io sono stata premiata quattro volte , sia i tre anni di frequentazione delle scuole medie e sia in terza superiore – dove ho partecipato con un saggio breve che aveva per argomento la Pedofilia… quindi ho da sempre preso posizione scagliandomi contro i soprusi e le ingiustizie da parte di alcuni individui… così come vedrete poi anche in questo libro -\r\n\r\nPer me era già una grande emozione a lavoro ultimato trovare i miei testi pubblicati nei libri del Comune… mi dava la giusta carica per crederci, la spinta per non perdermi d’animo, ma continuare ad inseguirlo il mio sogno … “Tu fai vedere al tuo sogno che veramente ci tieni a incontrarlo, senza pretendere che lui faccia tutta la strada da solo per arrivare fino a te, poi le cose accadono. I sogni hanno bisogno di sapere che siamo coraggiosi.” (cit. Fabio Volo – Un Posto nel Mondo).\r\n\r\nAvere fra le mani oggi il mio libro e vedere gente interessata alle mie parole e farmi complimenti, beh… è davvero una sensazione indescrivibile.\r\n\r\nPerché in due…\r\n\r\nIo avevo in cantiere questo progetto da tempo e avevo iniziato la stesura dello scritto da diversi mesi quando ho poi incontrato la mia co-autrice.\r\n\r\nConoscendola un bel giorno durante una passeggiata ci siamo ritrovate a parlare di cosa ci piace fare, degli interessi reciproci ed abbiamo scoperto di avere in comune la passione per la scrittura. Ho pensato quindi di coinvolgerla perché mi sembrava un’idea carina l’impostazione, che è poi quella definitiva che abbiamo realizzato, di un testo a 4 mani. Abbiamo organizzato diversamente il racconto creando ognuna il suo personaggio, con due stili opposti… Lei ha creato Amanda, più scherzosa e sbarazzina; io invece Melissa, più riflessiva, descrittiva, osservatrice…\r\n\r\nScelta questa importante e voluta anche per permettere a chi ci legge di identificarsi più nell’una o nell’altra delle protagoniste, diverse anche per interessi, comportamento e approccio con l’universo maschile.\r\n\r\nCom’è strutturato il testo…\r\n\r\nI personaggi sono alternati ed ogni capitolo è suddiviso a metà… trovate prima Amanda, il personaggio creato da Giovanna e poi Melissa, il personaggio ideato da me. Anche lo stile del testo, il carattere di stampa è diverso proprio per sottolineare il contrasto fra le protagoniste… Due storie parallele che riservano però molteplici colpi di scena. Verso la fine c’è infatti un capitolo realizzato insieme…\r\n\r\nC’è quindi un intreccio con una struttura insolita per un romanzo rosa, anzi… diciamo che è proprio lontana da questo genere ma si avvicina molto di più ai gialli, dove si svolgono le indagini passo passo, alternativamente ma il caso da risolvere è lo stesso e quindi per la conclusione ci si ritrova, ci si unisce e se ne discute , mettendo in tavola le prove trovate da ognuna delle parti durante il percorso e confrontandole per svelare il colpevole della storia.\r\n\r\nScelta voluta per rendere più interessante ed originale un racconto che altrimenti poteva risultare anche scontato o comunque troppo semplice.\r\n\r\nI principali temi trattati…\r\n\r\nVedendo la copertina, che è l’involucro dei contenuti, sembrerebbe il classico romanzo rosa sdolcinato e super romantico da far venire il diabete a chiunque…\r\n\r\nInvece i temi trattati nel romanzo riguardano sì la vita di coppia, soffermandosi però sui comportamenti errati e scorretti che si verificano sempre più spesso… come pressioni psicologiche e/o fisiche da parte del partner, quindi comunque forme di violenza che, anche se possiamo sottovalutarlo lì per lì, si verificano anche attraverso l’eccesiva gelosia e possessività che arriva a soffocare la ragazza che ne è vittima, a condizionarla nelle sue scelte “obbligandola” a comportamenti di cui lei stessa non si sente padrona ma ai quali non ha la forza di reagire….. Si parla poi di pressioni sul lavoro, definite con un solo termine Mobbing; di insistenza nel ricercare l’altro contro la sua volontà che arriva a sfiorare i livelli di Stalking , oggi fra l’altro considerato giustamente un reato – si parla poi di tradimento, tema anche questo molto comune nella società odierna e principale responsabile della fine di molti matrimoni ed infine si analizzano tutte le situazioni di malessere che ne conseguono o che comunque guastano la vita coppia quando ci sono disaccordi che si manifestano in litigi anche burrascosi.\r\n\r\nIl romanzo è quindi ricco di colpi di scena e sottolinea come due ragazze, dapprima molto diverse e addirittura rivali, si riscoprano poi simili per certi versi e si ritrovino unite… Viene messo in evidenza infatti anche un altro aspetto fondamentale che è quello della solidarietà femminile, per trovare comunque la forza ed il conforto necessari a non lasciarsi sconfiggere dai soprusi di queste personalità prepotenti e spesso eccessivamente maschiliste… puntando in primo luogo alla serenità di noi stesse.\r\n\r\nIl linguaggio utilizzato, tonalità e sfumature, è di facile comprensione… Spesso ci sono metafore simpatiche e interventi di noi autrici che ci rivolgiamo direttamente al lettore… Proprio perché lo scopo è quello di coinvolgerlo e non certo quello di fare una romanzina o annoiarlo. Anche se comunque si toccano temi delicati abbiamo cercato di renderlo un testo leggero, di veloce lettura per diverse fasce d’età… dalle ragazzine più giovani alle signore mature.\r\n\r\n \r\n\r\nPerché in copertina…\r\n\r\nDurante il periodo di creazione del testo, di costruzione della psiche e delle problematiche ad essa legate ci siamo affezionate alle nostre eroine moderne, che sono ragazze come noi e come voi lettrici ed abbiamo quindi scelto di dare un volto simbolico ad Amanda e Melissa, approfittando del fatto che noi autrici siamo fisicamente due opposti.\r\n\r\nEra stata nostra l’idea di porre in copertina due ragazze, per mano, che indossavano l’abito da sposa e con questo titolo poi era un pretesto per incuriosire e sviare i potenziali lettori…al giorno potrebbe far pensare ad un amore omosessuale e quindi comunque a qualcosa di proibito… è stato un gesto audace e provocatorio mirato ad attirare l’attenzione del lettore. Si sa che la curiosità è una caratteristica innata dell’uomo… e quindi abbiamo tentato di provocare quella spinta che fa dire a chi osserva la copertina… “ma di cosa si parla qui? Come andrà a finire?”…\r\n\r\nÉ stata anche una scelta dettata dalla voglia di lasciare un ricordo visivo di noi che lo abbiamo scritto a chi acquisterà il testo…\r\n\r\nAh… e poi c’era anche l’emozione “valore aggiunto” di indossare l’abito… (sperando non porti sfortuna… anche perché il fotografo che ha realizzato la copertina è il mio fidanzato, ndr.)\r\n\r\nÈ autobiografico…\r\n\r\nBeh, niente è mai di fantasia. Tutti gli scrittori si ispirano comunque a qualcosa che li ha colpiti particolarmente, che ha lasciato loro un’emozione… dal semplice volto di una ragazza incontrata per caso in un locale, con la quale c’è stato un assiduo gioco di sguardi alla sexy vicina di casa troppo appariscente… tutto per loro è fonte di ispirazione.\r\n\r\nE così anche noi ci siamo ispirate ad amiche e ai loro racconti per quanto riguarda le esperienze di coppia ed i tradimenti… ai fatti di attualità trattati dai telegiornali nazionali per quanto riguarda le violenze e le ingiustizie verso le donne… e ai programmi come Striscia la Notizia o Le Iene per il mobbing e le pressioni sul lavoro… Abbiamo poi fatto un mélange con parole nostre in modo da rendere le protagoniste + reali possibile, perché + il lettore si rispecchia in ciò che legge, quanto più ne è coinvolto e si appassiona alla lettura, ha voglia di continuare a sfogliare e si crea la propria opinione…\r\n\r\nE’ proprio questo secondo me il bello della lettura… che il lettore è attivo ed ognuno è libero di dare la sua interpretazione personale sui fatti che sta leggendo… si crea una sua idea che può verificare tornando indietro o andando avanti nella lettura a suo piacimento…\r\n\r\nQuanto tempo abbiamo impiegato per realizzarlo…\r\n\r\nDirei che complessivamente da quando abbiamo unito le idee e ci siam messe d’impegno a scriverlo, ci sono voluti circa sei mesi. Poi il tutto è rimasto fermo in cantiere (non per volontà nostra!) e quando l’abbiam ripreso per rivederlo, correggerlo ed apportarne alcune modifiche abbiamo impiegato altri tre mesetti… quindi complessivamente nove mesi di lavoro intenso… come un parto, dopo tanti sforzi è nata la nostra creatura…\r\n\r\nÈ stato difficile essere pubblicate…\r\n\r\nBeh direi di sì… trovare chi ti dedica del tempo, senza conoscerti ed essendo alle prime armi è sempre un po’ complicato… La ricerca della casa editrice adeguata ed il modo con cui proporsi è stato un passaggio delicato di questa avventura… e alla fine devo ringraziare il colosso dei social network, il celeberrimo Facebook, perché un bel giorno mi ha fatto trovare naso a naso con un link che recitava all’incirca così: “Hai un testo inedito? Inviacelo per una valutazione gratuita… potrebbe essere il primo passo verso il tuo sogno”. Io ero molto scettica inizialmente, perché ho subito pensato: “ …e se fosse una bufala? Io invio il mio testo a non si sa chi e poi utilizzano per loro scopi personali?!” Ho raccolto così maggiori informazioni, e dopo essermi documentata vedendo la serietà e la cortesia dello Staff, ho deciso di inviare il prodotto a questa squadra davvero seria e competente alla quale oggi sono grata per tutto il lavoro svolto e per il tempo che hanno dedicato al fine di rendere concreto questo progetto.\r\n\r\nCosa vuoi dire a chi vorrebbe acquistarlo…\r\n\r\nOgni parola potrebbe sembrare in questo caso scontata o studiata ad hoc… Posso solo dirvi di acquistarlo ed iniziare a leggerlo e vedrete che le dita sfoglieranno da sole quelle pagine e gli occhi divoreranno le parole, coinvolgendo ogni vostro singolo pensiero… E’ un testo ricco di colpi di scena che vi terrà sempre “sulle spine”…. Sono certa che vi appassionerà.

1 COMMENT

  1. Per chi è vuole rimanere sempre aggiornato, o magari è solo curioso di vedere la copertina del romanzo, può seguirmi sulla pagina Facebook dedicata al libro: https://www.facebook.com/?ref=tn_tnmn#!/pages/Quasi-Spose-Sogna-finch%C3%A9-non-vedi-la-verit%C3%A0/241648882583100\r\n\r\nQui sono disponibili anche tutti i link delle librerie on-line dove è possibile ordinare una copia cartacea del libro e riceverla comodamente a casa…\r\n\r\nStay Tuned!\r\n:D

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here