Home Libri PIEMME al XXI Courmayeur Noir in Festival 5-11 dicembre 2011

PIEMME al XXI Courmayeur Noir in Festival 5-11 dicembre 2011

133
SHARE

Sabato 10 dicembre alle ore 16.00 presso il Jardin de l’Ange Stephen Kelman presenta SOFFIANDO VIA LE NUVOLE Interviene Sebastiano Triulzi\r\n\r\nIl tema del romanzo è molto attuale e Kelman, cresciuto a Luton, come il suo protagonista in un caseggiato popolare, quello che gli inglesi chiamano council estate, lo conosce bene: è quello delle gang giovanili che quest’estate hanno incendiato Londra. Nessuno, in Uk, ha mai scordato il caso di Damilola Taylor, un ragazzino nigeriano di 10 anni ucciso sugli scalini di casa, in un complesso popolare a Peckam, sud est di Londra, da altri due ragazzi di due anni più grandi. In Soffiando via le nuvole, Kelman si è ispirato proprio a questo episodio: un ragazzo del quartiere di Harri viene accoltellato per strada e muore. Harri, la cui sensibilità complessa era stata attratta fino ad allora in egual misura dai piccioni che lo vengono a trovare sul balcone e dalla gang di quartiere che si aggira fra i block, la Dell Farm Crew, inizierà con un amico una personale caccia al colpevole e in breve si troverà davanti a un bivio…\r\n\r\nCi sono la periferia, la violenza, l’emigrazione, dunque, in questo romanzo entrato nella short list del Booker Prize. Ma sopra ogni cosa esso resta delicato e positivo, uno sguardo trasparente sul mondo in cui viviamo, pieno d’amore, nonostante tutto. “Soffiando via le nuvole – scrive l’Observer – fa l’ammirevole lavoro di mostrarci, dietro la facciata, la paura, la preoccupazione e lo spavento dei ragazzi delle gang giovanili”.\r\n\r\nStephen Kelman è nato a Luton nel 1976, dove ancora vive. Dopo la laurea ha fatto un po’ di tutto, dal magazziniere all’impiegato comunale. Nel 2005 ha deciso di prendere finalmente sul serio la sua vera passione, la scrittura. Dopo aver scritto cinque commedie restate nel cassetto, Soffiando via le nuvole è il suo primo romanzo.\r\n\r\nFinalista nella cinquina Premio Giorgio Scerbanenco mercoledì 7 dicembre alle ore 11.30 presso il Jardin de l’Ange Ugo Barbàra presenta LE MANI SUGLI OCCHI\r\n\r\nIn questo ultimo romanzo torna Vittorio Tanlongo, il protagonista de Il Corruttore, in una sorta di sequel ideale. Le mani sugli occhi indaga in chiave romanzesca le dinamiche che innescano i rialzi vertiginosi del prezzo dell’oro e le speculazioni sul mercato del petrolio, in un thriller che lega malafinanza e politica internazionale. Ugo Barbara ha 40 anni e vive a Roma, dove è a capo della redazione New Media dell’Agenzia Giornalistica Italia. Ha pubblicato vari romanzi con Piemme, scrive progetti e sceneggiature per il cinema e ha una cattedra di scrittura creativa all’Università La Sapienza di Roma.\r\n\r\nVenerdì 9 dicembre alle ore 18.00 presso il Jardin de l’Ange, Alfredo Colitto presenta IL LIBRO DELL’ANGELO insieme a Marcello Simoni. Modera John Vignola\r\n\r\nTorna Alfredo Colitto, vincitore del Premio Azzeccagarbugli 2011. E con lui torna il medico anatomista Mondino de’ Liuzzi nel terzo volume della trilogia a lui dedicata: Il libro dell’angelo. Protagonista indimenticato dei due amatissimi thriller storici precedenti Cuore di ferro e I discepoli del fuoco, Mondino de’ Liuzzi è chiamato a Venezia da Adia Bintaba, l’alchimista araba di cui si era innamorato due anni prima, per salvare un ebreo innocente.\r\n\r\nAlfredo Colitto, giovane autore di grande successo in Italia e traduttore di autori come Joe Lansdale e Don Winslow, ha conquistato il mercato internazionale con il suo primo libro Cuore di Ferro, pubblicato anche in Spagna per Editorial Viceversa, Inghilterra per il prestigioso editore Little-Brown, Germania (Randomhouse), Canada (McArthur), Brasile (Underworld).\r\n\r\nFonte: Arianna Malacrida

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here