Home Arte Luigi Russo e il tramonto del letterato

Luigi Russo e il tramonto del letterato

104
SHARE

PIETRASANTA (LU)_ A 50 anni dalla morte, la città di Pietrasanta celebra il grande letterato Luigi Russo con una giornata che vedrà studiosi di tutta Italia discutere la lezione e gli sviluppi del pensiero russiano. Venerdì 25 novembre, dalle ore 9.30, si avvicenderanno nel chiostro di Sant’Agostino, subito dopo il saluto del sindaco Domenico Lombardi, presiedute dal prof. Antonio Resta, le autorevoli relazioni di Paola Carlucci della Scuola Normale di Pisa, di Stefano Zappoli dell’Università di Bergamo, di Monica Galfré dell’Università di Firenze; la sessione pomeridiana sarà presieduta dal prof. Luigi Blasucci e vedrà gli interventi del sindaco di Delia, città natale di Luigi Russo, Calogero Messana, di Giuseppe Dolei dell’Università di Catania, di Raffaele Ruggiero dell’Università di Bari e, infine, di Giuseppe Lo Castro dell’Università della Calabria.\r\n\r\nUn programma di elevato livello che ne analizzerà il profilo dal punto di vista storico e letterario.\r\n\r\n“Russo lascia alle nuove generazioni – spiega il sindaco Domenico Lombardi – una rilevante lezione d’impegno civile e letterario. Fu un uomo che visse il suo tempo, il Novecento, con pienezza; un uomo che seppe imparare dai valori delle terre in cui visse, portando in sé i segni di una passionalità diretta e istintiva. A cinquant’anni dalla sua morte, il suo percorso, la sua dimensione intellettuale sono di viva attualità e possono insegnarci ancora moltissimo”.\r\n\r\nNella giornata di studi si parlerà del rapporto tra Russo e la Scuola Normale Superiore, il liberalsocialismo, l’editoria scolastica; del rapporto con Manzoni e Verga, con la poesia e la letteratura. La partecipazione alla giornata di studi è libera.\r\nA Pietrasanta Russo scelse di risiedere sin dal 1950 e vi rimase sino alla morte che sopraggiunse il 14 agosto del 1961. Partecipò attivamente alla vita del territorio diventando, nel 1956, consigliere comunale. Proprio al grande intellettuale la città di Pietrasanta ha intitolato, nel 1981, il centro culturale ospitato nell’antico complesso di Sant’Agostino in cui trova spazio la biblioteca comunale con l’importante fondo Russo, costituito da oltre 13.000 volumi (in gran parte di letteratura e critica letteraria italiana e straniera, ma anche di filosofia, storia, e politica) donati, nel 1984, dagli eredi e provenienti dalla villa “Belfagoriana” di Fiumetto.\r\n\r\nFonte: Assessorato Comune Pietrasanta

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here