Home Ambiente Fermiamo la fiera delle civette di Crespina

Fermiamo la fiera delle civette di Crespina

134
SHARE

Ogni anno a fine settembre il rito si ripete: a Crespina, in provincia di Pisa, un gruppo di cosiddetti “civettai” si esibisce in piazza facendo svolazzare, legate ad una zampa, civette, per rievocare una antica pratica di bracconaggio.\r\n\r\nI poveri rapaci, dalla vista sensibilissima e specializzata alla visione notturna, sono costretti, in pieno giorno, a sopportare ogni genere di sevizie, cadendo anche appesi a testa in giu’, utilizzati come veri e propri yo-yo viventi.\r\n\r\nSembra impossibile che nella evoluta Toscana possano ancora essere autorizzate, al giorno d’oggi, questo tipo di esibizioni con utilizzo di specie particolarmente protette da normative comunitarie.\r\n\r\nEppure la Provincia di Pisa, Ente preposto per legge alla tutela della fauna selvatica, non ha neppure risposto ai dubbi ed alle richieste inoltrate dal WWF, ormai due mesi orsono, in riferimento a tale anacronistica manifestazione.\r\n\r\nPer questi motivi il WWF ha iniziato una campagna, denominata Operazione Minerva, affinche’ le civette non vengano piu’ utilizzate come zimbelli, ed ha lanciato una sottoscrizione, aperta dal Presidente Onorario Fulco Pratesi, che ha gia’ ricevuto moltissime adesioni da ogni parte d’Italia.\r\n\r\nDobbiamo aggiungere che per fortuna esistono anche molti comuni virtuosi, come ad esempio Capannori in provincia di Lucca, che hanno deciso di onorare l’uccello sacro a Minerva partecipando alla “Notte europea della civetta”, una manifestazione che quest’anno e’ giunta alla sua nona edizione, e durante la quale centinaia di visitatori hanno avuto l’opportunità di partecipare prima ad un convegno dedicato alla conoscenza di questi affascinanti uccelli selvatici, e successivamente, quando il sole era ormai calato da qualche ora, ad una passeggiata nella natura durante la quale e’ stato possibile ascoltare, liberi e nel loro ambiente naturale, i canti della civetta e degli altri rapaci notturni.\r\n\r\nContro il maltrattamento degli animali e per la tutela della fauna selvatica ed il rispetto delle normative comunitarie in materia, il WWF fa un appello alle Amministrazioni perchè vietino attività di questo tipo, al giorno d’oggi ormai del tutto inaccettabili. Chiediamo anche alla cittadinanza di dare un forte segnale aderendo alla sottoscrizione del WWF (è possibile farlo sul sito http://wwfpisa.blogspot.com/ ) e disertando la fiera di Crespina, se anche quest’anno verrà nonostante tutto effettuata.\r\n\r\nFonte Marcello Demi – Presidente WWF Toscana

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here