Home Eventi e News Pippo Baudo protagonista al Premio Dezan di Camaiore

Pippo Baudo protagonista al Premio Dezan di Camaiore

77
SHARE

Pippo Baudo ha ricevuto dalle mani del sindaco di Camaiore Giampaolo Bertola la prestigiosa scultura di Enrico Morelli in occasione del Premio Adriano Dezan 2011. Presenti sul palco l’assessore al Turismo Claudia Bonuccelli, dal prof. Franco Mandelli presidente dell’ AIL e Davide Dezan.\r\n\r\nLa serata condotta da Fabrizio Diolaiuti si è svolta al teatro dell’Olivo di Camaiore di fronte ad una folta platea. Il premio, che è giunto all’ottava edizione, è dedicato al compianto telecronica Rai Adriano Dezan, celebre per le sue indimenticabile cronache sportive.\r\n\r\nIl Comune ha donato all’AIl trentamila euro per la ricerca scientifica, confermando la volontà di proseguire in questa collaborazione anche per il futuro. Pippo Baudo ha sottolineato la sua amicizia con il prof. Mandelli, promettendo di donare il ricavato delle vendite di un suo prossimo libro autobiografico attualmente in gestazione.\r\n\r\n”Bisogna dare un contributo all’associazione contro le leucemie, è un dovere civico, ed anche la Rai si deve impegnare come servizio pubblico a dare spazio alle iniziative del prof. Mandelli.” Baudo ha poi tirato le orecchie agli attuali dirigenti Rai affermando che scarseggiano i programmi di qualità a scapito delle fiction d’importazione. “Dobbiamo valorizzare la nostra cultura, gli autori e la nostra lingua italiana, ricordando la buona televisione che si faceva fino a qualche anno fa, quando eravamo tra le migliori televisioni del mondo”. Pippo Baudo ha tantissime idee e attende di tornare in tv con nuovi programmi.\r\n\r\nDurante la serata – vista anche in piazza Diaz grazie ad un maxischermo – si sono esibiti tra grandi applausi la cantante jazz Michela Lombardi ed i bravissimi concertisti del duo Baldo,\r\n\r\n \r\n\r\nFonte: Ufficio Stampa\r\n\r\nDemetrio Brandi\r\n\r\nLa foto della serata è di Paolo Ghilardi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here