Home Teatro Tornano le conversazioni sui segni di Napoleone ed Elisa

Tornano le conversazioni sui segni di Napoleone ed Elisa

93
SHARE

Tornano lunedì gli incontri per svelare particolari inediti della vita di Napoleone ed Elisa\r\n\r\nDOPO IL GRANDE SUCCESSO DELLE PRIME QUATTRO EDIZIONI\r\n\r\nTORNANO LE CONVERSAZIONI SUI SEGNI DI NAPOLEONE E ELISA A LUCCA\r\nChiostro di San Micheletto, ingresso libero, con piccoli assaggi rinfrescanti per gli ospiti\r\n\r\nTornano da questo lunedì 22 agosto le conversazioni sui segni della presenza di Napoleone ed Elisa a Lucca, al fresco del chiostro di San Micheletto ad ingresso gratuito. L’iniziativa, alla quinta edizione, è ideata da Roberta Martinelli per raccontare in modo semplice e diretto le ultime scoperte emerse dagli studi condotti in ambito napoleonico, grazie anche al gruppo internazionale di studio da lei coordinato.\r\nLunedì sera a partire dalle 21,30 nell’incontro “A cavallo dell’Impero”, con Velia Gini\r\n\r\nBartoli e Simonetta Giurlani Pardini, scopriremo un Napoleone cavaliere, poco provetto ma grande esperto di cavalli e inventore di nuove strategie militari basate sulla selezione e l’allevamento di nuove razze. Non solo battaglie: tutto è investito dal turbine “napoleonico” del cambiamento. I cavalli, oltre ad essere utilizzati nei combattimenti, devono trainare mezzi diversi: dalle carrozze postali a quelle da diporto, dalle piccole carrozze da bambini che furoreggiavano alle Tuileries ai primi omnibus per il trasporto pubblico. È a partire da questo momento che si allevano nuove razze, si sviluppano nuove tecniche di addestramento, e la moda si adegua inventando abiti, guanti, cappelli ed accessori per due attività molto à la page: la caccia ed il viaggio. Protagoniste le signore, che non possono non possedere i nuovi necessaires, le borse e le piccole comodità del quotidiano dalle quali non sarà più possibile separarsi, grazie all’abilità con la quale i migliori artigiani le hanno rese trasportabili. Per non essere da meno dell’Imperatore, che per le campagne militari in giro per l’Europa si era fatto fare letti, librerie, tavoli, sedie, e persino una cucina trasportabili.\r\n\r\nNel secondo appuntamento, martedì 23, su “Napoleone nello specchio della caricatura”, Peter Hicks (della Fondation Napoléon di Parigi), parlerà della satira inglese antinapoleonica e della figura dell’Imperatore, che ancora oggi accende tanti animi, destando odi od ammirate passioni. Nel terzo, mercoledì 24, Monica Guarraccino presenterà la terza conversazione su “Giochi d’estate alla corte di Elisa”, con la partecipazione dell’attore Stefano Filippi.\r\n\r\nIl progetto “Da Parigi alla Toscana: il gusto del vivere al tempo di Napoleone e Elisa”, all’interno del quale si inseriscono le conversazioni, è promosso dalla Direzione Regionale per i\r\n\r\nBeni culturali e paesaggistici della Toscana nella persona del Direttore, Dottoressa Maddalena Ragni, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno, è iniziato nel 2007 e prevede momenti di approfondimento sulle vite dei sovrani con incontri pensati per catturare l’attenzione del pubblico, anche attraverso spigolature, curiosità e tanti piccoli racconti inediti.\r\n\r\nDurante le tre serate saranno offerti agli ospiti piccoli assaggi.\r\n\r\nFonte. Anna Benedetto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here