Home Ambiente Il lupo non è un problema

Il lupo non è un problema

116
SHARE

Ambiente, documento Camera su abbattimento lupi Legambiente: “Inaccettabile. Il provvedimento non può diventare legge.\r\n\r\nCaso Piemonte paradigmatico di clima velenoso”\r\n\r\n“Il lupo non rapppresenta un problema, perché esistono modalità di gestione che possono essere rimodulate sulle caratteristiche territoriali di ciascun’area interessata dalla sua presenza, come ben dimostra il progetto europeo LIFE Wolfnet”. Così Antonio Nicoletti, responsabile nazionale Aree Protette e Biodiversità di Legambiente, in merito al documento approvato ieri all’unanimità dalla Commissione agricoltura della Camera che, se convertito in legge, consentirà il ritorno agli abbattimenti di una specie prioritaria come il lupo nel nostro Paese.\r\n\r\n“Sarebbe più opportuno – prosegue Nicoletti – concentrare gli sforzi nello sviluppo e nell’implementazione di modelli standard per la protezione e gestione della specie, al fine di migliorarne lo stato di conservazione. Molto spesso i fenomeni di uccisone dei capi di bestiame non sono direttamente imputabili al lupo. Si stanno cavalcando ataviche paure, che alimentandosi di scarsa conoscenza scientifica e di una non corretta informazione sull’ecologia del lupo, rischiano di acuire i conflitti tra questa importante specie protetta e la zootecnia. Occorre, invece, diffondere meglio la sua conoscenza per rendere le popolazioni consapevoli della necessità di proteggerlo e di imparare una convivenza sostenibile”.\r\n\r\nLa decisione dalla Commissione agricoltura della Camera segue di pochi giorni le dichiarazioni dell’assessore all’agricoltura della Regione Piemonte che aveva parlato di “stragi di capre e pecore”, definendole una “problematica oggettiva”. “Ci stupisce – aggiunge il responsabile Aree protette e biodiversità di Legambiente – che la Regione Piemonte abbia dimenticato l’ottimo lavoro svolto da università e istituti di ricerca sul territorio piemontese in merito alle criticità e alle prospettive del rapporto tra le attività antropiche e il lupo, i cui comportamenti predatori sono essenziali per il mantenimento degli equilibri ecologici degli ambienti nei quali vive”.\r\n\r\n“Il documento licenziato dalla Commissione agricoltura della Camera – conclude Nicoletti – non tiene conto di queste conoscenze di base, né del fatto che il lupo, per le sue caratteristiche intrinseche, non può aumentare oltre un certo numero in un determinato areale di distribuzione. Tutte le paure inerenti una presunta invasione di questa specie sono, dunque, non solo inesatte, ma anche fuorvianti”.\r\n\r\nL’ufficio stampa Legambiente

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here