Home Eventi e News Festival Ballet: si parte!

Festival Ballet: si parte!

100
SHARE

Si apre mercoledì 6 luglio al Parco della Comasca, a Marina di Massa, la sesta edizione dello\r\n\r\nStage e Concorso Internazionale di Danza. 700 partecipanti, 120 esibizioni per il Concorso Ufficiale, 50 ore di stage e 20 super-docenti: ecco i numeri record dell’evento apuano.\r\n\r\nTra i docenti Andre De La Roche, Susanna Beltrami, Mauro Astolfi, Ludmill Cakalli, Annarita Larghi, Emanuela Tagliavia.\r\n\r\nGiuseppe Carbone e Paolo Ruffini le stelle.\r\n\r\nMore info www.festivaballet.it\r\n\r\nLa città di Massa pronta ad essere invasa da 700 talentuosi ballerini arrivati da tutta Italia. Conto alla rovescia partito per la sesta edizione del Festival Ballet, il Concorso Stage Internazionale di Danza che si apre, mercoledì 6 luglio (e fino a sabato 9 luglio), al Parco della Comasca di Marina di Massa (Ms), e che porterà sulla costa apuana, alcuni dei migliori coreografi, direttori ed insegnanti internazionali insieme a centinaia di aspiranti danzatori professionisti, e tantissimi appassionati.\r\n\r\nDiventato il principale punto di riferimento per scuole ed accademie durante il periodo estivo in Italia, il Festival Internazionale della Danza organizzato da Simone Ranieri crea, all’interno di un contesto naturale (oltre 10 mila metri quadrati di area dedicata) le atmosfere e i ritmi, la suspense e il divertimento, di un college intensivo dove studiare, imparare, confrontarsi con altri giovani talenti. Non solo stage e lezioni, il Festival Ballet torna quest’anno alle origini riproponendo l’esplosivo Concorso Ufficiale, momento a metà tra spettacolo e competizione in programma sul palcoscenico del Teatro all’Aperto immerso nel verde del Parco a partire da giovedì 7 luglio.\r\n\r\nI numeri. 700 ballerini arrivati da tutta Italia, 20 super-insegnanti, 120 esibizioni totali per il concorso ufficiale, 50 ore di stage complessive distribuite nell’arco della quattro giorni tra classica (dalle 9 alle 20. Ingresso Libero), contemporanea, moderna, hip hop, e 10 mila euro di montepremi sono i numeri da record del Festival Ballet, edizione 2011 (migliore score di sempre). Oltre 10 mila gli spettatori nel 2010. Numeri importanti che confermano il Festival Ballet tra i principali appuntamenti di settore.\r\n\r\nI docenti. Punto di forza del format, anche quest’anno sono tanti, e di prestigio, i coreografi e ballerini che compongono il corpo docenti, dando continuità ad una tradizione all’insegna della qualità dell’insegnamento. Al Festival Ballet terranno lezioni, e parteciperanno alla giuria finale del concorso, Ludmill Cakalli, Iride Sauri e Bruno Vescovo (classica), Marco Pelle (neoclassica), Annarita Larghi (Modern Jazz), Andre De La Roche (Jazz), Pietro Pireddu, Susanna Beltrami (Modern), Emanuela Tagliavia e Mauro Astolfi (Contemporanea). Due gli insegnanti apuani inseriti, per la prima volta, nel cast docenti: Teresa Firmani della Tradanza Company (Modern Jazz), e Massy (Hip Hop).\r\n\r\nLe stelle. Giuseppe Carbone, direttore dei più grandi teatri italiani e tra i principali “interpreti” della danza nel mondo in giuria, e Paolo Ruffini sul palco per “condurre” la serata di gala finale del Concorso in programma sabato 9 luglio (dalle ore 21). Il sacro, Carbone, e il profano, Ruffini per innalzare il livello dell’evento più significativo della quattro giorni della danza.\r\n\r\nHip Hop. C’è anche l’anima urban al Festival Ballet con Hip Hop Competition&Stage, l’altro grande evento del Festival Ballet che radunerà a Marina di Massa centinaia di rappresentanti del mondo hip hop. Insieme a Daniele Baldi, Ilenja Rossi, Alice Cimoroni, Gus Bembery che il pubblico della Toscana bene conosce, le new entry Byron per lo stile House, Richy e Michael per il Los Angeles Style, Massy per il New Style e Barbara La B per lo stile waking.\r\n\r\nL’effetto sul turismo. Per il 70% dei partecipanti alla sesta edizione del Festival Ballet è per la prima volta nella città di Massa. E’ questo il dato straordinario dello storico del Festival della Danza. Provenienza: Centro Nord (Lombardia, Veneto e Piemonte), dalla Toscana, e naturalmente dalle province limitrofe (Lucca, Pisa, Livorno, Pistoia, Firenze).\r\n\r\nIl Festival Ballet si conferma uno strumento turistico e di marketing potentissimo che getta le basi del suo successo a partire dal mese di gennaio attraverso azioni pubblicitarie e di collaborazione con altri importanti eventi a livello nazionale: 1000 posti letto in 5 giorni occupati tra hotel, campeggi e agriturismo convenzionati (e non). Insieme ai 500 danzatori, insegnanti, accompagnatori, familiari ed amici per un indotto stimato intorno alle 1500 unità. Tra le prenotazioni molte le famiglie che hanno seguito figli e figlie sfruttando l’occasione del Festival Ballet per trascorrere qualche giorno tra mare, relax e danza.\r\n\r\nIl Premio in marmo. Un legame forte e sincero con il territorio e con una delle sue espressioni più pure e riconosciute: il marmo. Si rinnova la partnership tra il Consorzio Marmo Artistico Carrara che ha realizzato, per il vincitore assoluto del Festival, un’opera in marmo pensata ed ideata dall’artista carrarese Sara Devoti. Un pezzo unico, inimitabile e tracciato, modellato plasmando la dura pietra utilizzata da Michelangelo e dai più grandi scultori della storia.\r\n\r\nGli sponsor. Frutto del lavoro in sinergia tra pubblico e privato il Festival Ballet è promosso con il Patrocinio della Provincia di Massa Carrara, Comune di Massa, Fondazione Cassa Risparmio di Carrara, e di importanti scuole e accademie internazionali, sponsor tecnici (Nikon, Epson, Fonteviva e Forza +) e media specializzati (Radio Bruno Official Radio, Firenze Spettacolo e Toscana Tascabile). Tra le novità il lancio del nuovo beverage Forza + che ha scelto il Festival Ballet per il primo evento promozionale in Versilia e la conferma della partnership con alcuni dei più importanti media partner di settore come Danza Dance, la fiera evento Milano Danza Expo, Dance Village, Bewons, Italy News e Io Danzo.\r\n\r\nNo Teatro, si Festival Ballet. Teatro Guglielmi inagibile? Ci pensa il Festival Ballet. Il Teatro all’Aperto, all’interno del Parco della Comasca, è stato messo a disposizione gratuitamente, dall’organizzazione del Festival Ballet, per le scuole locali che avranno la possibilità di portare in scena parti dei saggi di fine anno e di cimentarsi di fronte ad un pubblico numeroso.\r\n\r\nL’ingresso al Parco e al Teatro è gratuito per tutti gli appuntamenti.\r\n\r\nPer informazioni: www.festivalballet.it\r\n\r\nEmail: info@festivalballet.it\r\n\r\nFonte: Andrea Berti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here