Home Ambiente Un SÌ musicale per dire NO al nucleare

Un SÌ musicale per dire NO al nucleare

55
SHARE

Cantanti e musicisti con Legambiente in uno spot per il referendum abrogativo del 12 e 13 giugno\r\n\r\nUna sola nota, il SI, che esce ora da una chitarra, ora da una tromba e poi da un basso, un violoncello, un mandolino, un sax, un clarinetto. A suonarla o cantarla ci sono Piero Pelù, Eugenio Finardi, Roy Paci, Luca Carboni, i Tetes De bois, Teresa De Sio, i Quintorigo e i Velvet che hanno deciso di dare il loro sostegno a Legambiente per il referendum abrogativo che il prossimo 12 e 13 giugno chiama gli italiani a decidere se vogliono o no il ritorno delle centrali atomiche in Italia.\r\n\r\n“Un SÌ musicale per dire NO al nucleare” è questo lo slogan che accompagna lo spot di Legambiente in vista del referendum abrogativo del 12 e 13 giugno. Un collage di immagini di musicisti e cantanti del panorama musicale italiano, che suonano la nota SI per suggerire allo spettatore di votare per abrogare la legge che consentirebbe la costruzione di nuove centrali nucleari nel territorio italiano.\r\n\r\nUn’idea semplice e originale con la quale Legambiente vuole coinvolgere anche i cittadini. Per questo l’associazione propone a tutti di registrare un breve video esprimendo in musica il proprio ‘SI’ per fermare il nucleare e poi di caricarlo in rete, ovunque sia possibile. A partire da facebook dove Legambiente ha aperto una pagina ad hoc per poter condividere i filmati al grido di “Vota SI’ al referendum per fermare il nucleare! Il 12 e il 13 giugno SUONIAMOGLIELE!”.\r\n\r\n 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here