Home Teatro Premio Denzan 2010 Il premio a Ivana Vaccari, ospite il professor Franco...

Premio Denzan 2010 Il premio a Ivana Vaccari, ospite il professor Franco Mandelli. Momenti di spettacolo con il Coro Gospel e le canzoni di Giorgio Gaber.

106
SHARE

Martedì 21 dicembre alle ore 18 presso il teatro dell’Olivo di Camaiore è in programma la settima edizione del “Premio Adriano Dezan”.\r\nIl Comune di Camaiore lo ricorda con un premio intitolato alla sua memoria.  Adriano Dezan era molto legato alla città di Camaiore. La sua ultima telecronaca sportiva per la Rai la fece in occasione del Gran Premio – classica del ciclismo professionistico ed appuntamento immancabile dell’estate versiliese – dell’8 agosto 2001.   Quella sua telecronaca – perfetta come sempre nel timbro della voce, nei cambi di intonazione, nella comunicazione di autentiche emozioni – è rimasta l’ultima di una carriera memorabile.\r\n\r\nIl premio ha ottenuto il patrocinio della Rai e la partecipazione attiva dell’AIL, l’associazione italiana contro le leucemie, la stessa malattia che ha colpito Adriano Dezan.\r\nCon la partecipazione dell’AIL, l’Amministrazione Comunale intende sostenere la campagna di sensibilizzazione sulla cura delle leucemie e linfomi ed i progetti individuati sia a livello locale che nazionale. Il premio Dezan, su indicazione della stessa associazione, sarà assegnato alla giornalista Rai Ivana Vaccari.\r\nIl Sindaco Giampaolo Bertola sottolinea l’importanza del Premio “molto apprezzato da tutta la comunità, perché ricorda un personaggio che è rimasto nel cuore e nella memoria dei nostri cittadini, legato indissolubilmente al Gran Premio Città di Camaiore. L’evento assume inoltre un rilievo particolare, avendo avuto fin dalla sua prima edizione il sostegno e la partecipazione dell’Associazione Italiana contro le Leucemie; in questi anni abbiamo potuto così portare avanti una campagna di sensibilizzazione, per sostenere la ricerca, speranza concreta per i malati.   Quest’anno – prosegue il Sindaco – il Premio è stato assegnato a Ivana Vaccari, giornalista di Rai Sport, che si è contraddistinta per la professionalità e la passione con cui svolge da sempre il suo lavoro.”\r\n\r\nUn premio che negli anni scorsi è stato assegnato tra gli altri all’arbitro internazionale  Pierluigi Collina, al direttore del dipartimento per la Protezione Civile Guido Bertolaso ed al professor Franco Mandelli, presidente dell’AIL. Il “Premio Dezan” è dedicato a personaggi che si siano particolarmente messi in luce per la dedizione e l’impegno profusi nella propria attività professionale. Il Premio consiste in una fusione di bronzo con patina naturale appositamente creata e modellata per il Comune dall’artista camaiorese Enrico Morelli.\r\nIvana Vaccari, nata a Modena, sposata, un figlio, è laureata in lettere e filosofia all’università la Sapienza di Roma. Entrata in Rai per concorso nazionale, al TG3 si è occupata di esteri e cronaca. Passata allo sport ha condotto Domenica gol ed effettuato collegamenti per il Processo del Lunedì. Per oltre un decennio è stata – prima donna in Italia – telecronista di sci e tennis. Tra invernali ed estive ha seguito – come inviato, telecronista, conduttrice e caporedattore – 13 olimpiadi oltre ad un gran numero di mondiali di sci. Da capo redattore  a Rai sport ha seguito anche il giro d’Italia e i mondiali di ciclismo. Nel tempo libero legge, pratica sport, guida la moto e fa immersioni. Impegnata da sempre nel sociale ha ricevuto molti premi giornalistici sia della stampa sportiva sia da associazioni culturali.\r\n\r\n \r\n\r\nDurante la serata di premiazione interverrà il professor Franco Mandelli. Sarà l’occasione per parlare del suo libro, “HO SOGNATO UN MONDO SENZA CANCRO” (Sperling & Kupfer). “La vita e le battaglie di un uomo che non si arrende”, scritto con  Roberta Colombo. Il professor Mandelli, uno fra i più noti ematologi al mondo, presidente dell’AIL, racconta in prima persona, con sincerità e passione, la sua vita spesa per curare i tumori del sangue. I proventi della vendita di questo libro saranno devoluti all’AIL.\r\n\r\n \r\n\r\nAdriano Dezan è stato uno straordinario uomo di televisione, di spettacolo, di sport. Il segreto del suo successo era l’immensa passione che riversava nel suo lavoro, il rispetto e l’umiltà con cui si accostava ai protagonisti dello spettacolo che andava a raccontare, la tenacia ed il puntiglio con cui si impegnava per ogni avvenimento. Un telecronista che ha fatto scuola e che ha trovato un degno erede nel figlio Davide che ha intrapreso con successo la carriera del celebre genitore. L’indimenticabile incipit delle telecronache di Adriano, “Gentili signore e signori, buongiorno“, rimarrà indelebile nelle menti degli appassionati di ciclismo.\r\nGli ospiti – Intervento musicale di Giulio D’agnello con alcuni brani resi celebri da Giorgio Gaber e tratti dal nuovo cd “Forse un Uomo” con testi di Sandro Luporini, l’autore che ha firmato tutti i lavori di Gaber. Giulio D’Agnello, toscano di nascita, campano di origine ed emiliano di adozione, è davvero assai particolare: è da diversi anni sulla scena italiana, e non solo, della musica etnica e della musica d’autore. Giulio è come la sua musica, un incontro costante di terre e strumenti diversi, di culture musicali e popolari che solo pochi audaci oggi mantengono e ripropongono nell’omologazione generale che caratterizza la musica. Con il tributo a Gaber è per la prima volta balzato all’attenzione nazionale anche  come cantante di grande livello, come dice di lui lo stesso Sandro Luporini, che lo definisce uno dei migliori interpreti del Teatro Canzone. Una platea di estimatori di Gaber lo elegge come artista preferito insieme ai “Mediterraneo” in un sondaggio sul web indetto dall’Associazione Culturale Giorgio Gaber di Milano.\r\n\r\nIn pieno clima natalizio si inserisce il coro VJ Vocal Project – Choral Orchestra Gospel e Spiritual del M° Vijay Pierallini. Il coro si è distinto in una intensa attività concertistica e liturgica che lo ha visto impegnato in concerti in Italia, Austria, Francia, Spagna e Repubblica Ceca, dove, a Praga nel 2005, ha ottenuto la fascia di bronzo al concorso internazionale per cori provenienti da tutta Europa. Nel 2000 il coro ha accompagnato la S. Messa Giubilare in Piazza S. Pietro in occasione del Giubileo 2000, Messa diretta dal M° Vijay Pierallini. Nello stesso periodo l’incisione del CD “Follow me” con canti gospel e carols natalizi. VJ Vocal Project è un ensemble di coristi tutti rigorosamente selezionati con importanti trascorsi nel canto o studenti di strumento presso Conservatori di Stato che intendono affrontare in maniera originale e sperimentale le pagine più suggestive dell’intera produzione vocale e, partendo dal gospel che rimane un tratto rilevante, andare incontro ad altri generi di musica contemporanea e classica rivisti con i personali arrangiamenti del maestro  Vijay Pierallini.  Durante la serata si esibirà anche la cantante camaiorese Alessia Dini.\r\nLa serata di premiazione è condotta da Fabrizio Diolaiuti. Ingresso libero.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here