Home Eventi e News LuBeC 2010: una finestra virtuale sul futuro dei beni culturali

LuBeC 2010: una finestra virtuale sul futuro dei beni culturali

71
SHARE

Il 21 e 22 ottobre al Real Collegio di Lucca

\r\n

si apre l’incontro dedicato alle tecnologie per i beni culturali

\r\nLu.Be.C. 2010, nella sua VI edizione si conferma a Lucca come momento cardine del dibattito internazionale intorno alla filiera beni culturali – turismo – tecnologia. Ampliata a due giorni e fortemente integrata con la rassegna espositiva, questa edizione vedrà alternarsi alle sessioni plenarie dibattiti, seminari formativi, e presentazioni, con una nuova organizzazione rivolta a stimolare la circolarità e la discussione. Oltre 150 tra relatori ed espositori nazionali ed esteri provenienti dal mondo pubblico e dal privato si confronteranno tra work shop, incontri ai desk e presentazioni per proporre ed attivare – attraverso l’analisi di dati, modelli di business e casi realizzati – strategie di intervento ed assi di collaborazione. Lu.Be.C. 2010 accresciuto negli spazi e nei contenuti affronterà, tra gli altri, le tematiche della committenza pubblica e del lavoro, argomenti cardine del dibattito internazionale che insiste sulla necessità di promuovere qualità ed efficienza professionali per rendere realmente competitivo il settore. In questo quadro si inseriscono le presentazioni di TE.BE. – individuazione di modelli di business sulle tecnologie ICT applicate ai beni culturali e del secondo Rapporto sul fabbisogno professionale nel settore beni culturali degli EELL. In questo senso va letta la conferma dei partenariati per i work shop con MIBAC, UVAL – MISE, Confcultura/Confindustria, Regione Toscana, UPI, CESVOT e con Provincie e Comuni virtuosi; la presenza di Unioncamere e la collaborazione con le Camere di Commercio; la collaborazione con il mondo dell’impresa e dell’editoria specializzata e con le Fondazioni Bancarie. Ospite d’onore la Finlandia, protagonista per il 2010 – 2011 di programmi di scambio che la Comunità di LuBeC potrà attivare grazie a Promo PA Fondazione sui temi della tecnologia e dell’artigianato d’arte.\r\n\r\nfonte: lubec.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here